iPhone 6S e iPhone SE non vendono: Apple perde quote a favore di Android

Tommaso Lenci
6 Apr 2016

Apple sta perdendo quote di mercato su tre principali mercati: Europa, USA e Cina con gli iPhone 6S; inoltre gli iPhone SE vendono secondo le aspettative.

iPhone SE, iPhone 6S crisi Apple

Forse non la possiamo chiamare una “seria” crisi, dato che Apple rimane comunque il secondo produttore mondiale di smartphone e la società in assoluto più redditizia del settore, ma sta di fatto che secondo le più recenti analisi di mercato c’è qualcosa che non va, una tendenza in negativo che non si vedeva da anni.

Apple nell’ultimo trimestre (dati elaborati fino a febbraio 2016) ha perso infatti quote di mercato nelle tre principali zone dove vende i propri iPhone: Europa, USA e Cina non sembrano apprezzare troppo i nuovi iPhone 6S, almeno rispetto agli smartphone venduti nello stesso periodo nel 2015 dall’azienda di Cupertino.

Più nello specifico il calo delle quote di mercato è evidente sopratutto in Cina, dove Apple ha perso rispetto allo stesso periodo del 2015 ben 3,2 punti percentuali, e in Europa dove la mela morsicata lascia per strada 1,8% dei propri clienti.

Leggera crisi pure negli USA, sede Apple, dove le quote di mercato sono scese dello 0,5%; in Giappone e in Australia la situazione invece rimane positiva con una crescita rispettivamente dello 0,4% e dello 0,3%, valori ovviamente insufficienti per risanare il deficit di vendite negli altri continenti.

Dove finiscono tutti gli utenti che Apple sta perdendo con questa leggera crisi di vendite di iPhone 6s?

Sia in Europa (vengono considerati i cinque più importanti mercati: Germania, Francia, Gran Bretagna, Spagna, Italia), che in Cina e USA gli utenti persi da Apple finiscono tutti alla concorrenza che vende smartphone con sistema operativo Android, sistema operativo che sta assorbendo anche molti utenti Windows Phone, OS decisamente in crisi in questi tre paesi/continenti.

Già in precedenza gli analisti di mercato avevano sottolineato un possibile declino di vendite da parte di Apple che non sarebbe stata in grado di ripetere l’ottima annata dell’anno scorso; l’arrivo del nuovo iPhone SE inoltre non sembra aver giovato molto, dato che le vendite di quest’ultimo modello non sembrano andare secondo le aspettative, e quindi non sappiamo se i dati dopo febbraio 2016 miglioreranno.

Secondo l’esperto di mercato Ming Chi-Kuo i preordini dell’iPhone SE non vanno infatti molto bene: in Cina il dispositivo è stato prenotato da circa 3,4 milioni di utenti, un valore decisamente più basso rispetto alle aspettative e ai risultati di precedenti modelli, tanto che il nuovo dispositivo occupa una percentuale di vendite molto bassa nell’ultima settimana rispetto agli altri iPhone.

Quote di mercato Apple in Italia la situazione a febbraio 2016

Come già detto in Europa e più nello specifico in Italia, Apple perde quote di mercato: nel nostro paese l’azienda di Cupertino è passata da uno share del 17,5% a febbraio 2015 ad uno share del 14,3% a febbraio 2016 con una perdita netta del 3,2%, mentre Android incrementa notevolmente la sua importanza succhiando pure importanti quote da Windows Phone, in netto calo.

Fonte: Notizia

Lascia la tua opinione