La gamma Galaxy S10 si aggiorna ad inizio maggio 2020 in Italia: le novità

Tommaso Lenci
4 Mag 2020

Samsung aggiorna i suoi ex top di gamma Galaxy S10, S10 Plus e S10e ad inizio maggio 2020 in Italia: ecco le principali novità dei nuovi firmware.

Galaxy S10 aggiornamento inizio maggio 2020

Segnaliamo a tutti i possessori italiani di un Galaxy S10  SM-G973F, un S10 Plus SM-G975F o di un S10e SM-G970F NO Brand, quindi non acquistati tramite operatore telefonico, della presenza di un nuovo aggiornamento firmware.

La gamma Galaxy S10 si aggiorna in Italia con nuovi firmware: ecco le principali novità

Più nello specifico il modello S10 sta ricevendo il nuovo firmware seriale G973FXXS5CTD1, il Galaxy S10 Plus il firmware seriale G975FXXS5CTD1 e il modello S10e il firmware seriale G970FXXS5CTD1.

Tutti questi firmware basati sul sistema operativo Android 10 sono scaricabili tramite la modalità OTA (over the air) utilizzando una connessione Wifi o sfruttando la banda 3G-4G dello smartphone.

I firmware hanno un peso di circa 147-148 megabyte.

Essendo un aggiornamento piuttosto leggero in termini di dati da scaricare, si evince chiaramente che il change-log non sarà particolarmente corposo.

Infatti secondo il change-log con il nuovo aggiornamento di inizio maggio, i dispositivi della gamma Galaxy S10 installano le nuove patch di sicurezza che sono state rilasciare da Google proprio questo mese.

Sfortunatamente non abbiamo ancora dettagli chiari su quale falle di sicurezza le nuove patch di maggio 2020 abbiano risolto.

Troviamo poi le classiche indicazioni: Eliminazione di bug, perfezionamento della stabilità e delle prestazioni del dispositivo.

Nel caso in cui non abbiate ricevuto ancora la notifica automatica dell’aggiornamento, vi consigliamo di controllare manualmente entrando nel menù impostazioni->info telefono->aggiornamenti.

Ricevuta la notifica prima di aggiornare è sempre consigliato:

  • effettuare un backup dei dati più importanti salvati sul vostro Galaxy S10;
  • iniziare la procedura di installazione solo se la batteria ha un autonomia residua pari o superiore al 50%.

Fonte: Via

Lascia la tua opinione