MIUI 12.5 Enhanced Globale per Xiaomi MI 10 e Mi 11: le date del rilascio ufficiale

Tommaso Lenci
28 Ago 2021

La nuova versione MIUI 12.5 Enhanced Globale è stata ufficializzata anche per gli Xiaomi Mi 10 e Mi 11 venduti sul mercato Globale: ecco le date del rilascio.

MIUI 12.5 Enhanced data Globale

Come sappiamo a metà agosto di quest’anno Xiaomi ha annunciato la nuova MIU 2.5 Enhanced per una serie di dispositivi mobili commercializzati nel mercato cinese.

La MIUI 12.5 Enhanced arriverà anche sui dispositivi Globali della serie Xiaomi MI 10 e Mi 11: la data

Oggi la società cinese ha affermato che questa versione sarà disponibile anche per i dispositivi della serie MI 10 e Mi 11 che sono commercializzati a livello Globale, quindi anche in Italia.

Di fatto gli Xiaomi MI 10T Pro, MI 10T, Mi 10, Mi 10 Pro, Xiaomi MI 11, MI 11i e Mi 11 Ultra (elenchiamo solo i dispositivi venduti in Italia) si aggiorneranno alla MIUI 12.5 Enhanced nel quarto trimestre di quest’anno (ottobre-dicembre 2021).

Questa è solo la prima lista, è probabile che in futuro si aggiungeranno altri dispositivi.

Vi ricordo, per chi non lo sapesse ancora, che la 12.5 Enhanced non aggiunge nuove funzionalità rispetto alla 12.5 ma ottimizza le prestazioni e risolve i problemi che sono stati individuati negli ultimi mesi.

Dal punto di vista delle ottimizzazioni delle prestazioni, Xiaomi si è concentrata su tre aspetti che ha chiamato “Liquid Storage”, “Atomized Memory” e “Focused algorithms”.

Liquid Storage punta a mantenere ottimizzata la memoria interna del dispositivo nel lungo periodo, in modo che le prestazioni di quest’ultima non si deteriorino con il passare del tempo.

Xiaomi afferma che con questo nuovo sistema le prestazioni in lettura e scrittura della memoria interna caleranno solo del 5% dopo 36 mesi di utilizzo.

Atomized Memory ottimizzerà l’utilizzo della ram in modo che lo smartphone potrà mantenere attive più applicazioni in Background.

Focused algorithms punta invece a ridurre il consumo energetico (fino al 8% in alcuni scenari) ed ad ottimizzare l’utilizzo della CPU (fino al 15% in meno), per mantenere un miglior equilibrio tra prestazioni e consumo.

Fonte: Notizia

Lascia la tua opinione