E’ morto Raymond Tomlinson, l’ideatore della chiocciola e delle e-mail

Silvia
7 Mar 2016

Raymond Tomlinson

E’ morto all’età di 74 anni Raymond Tomlinson l’ideatore della chiocciola, il simbolo @ inconfondibile che specifica  un indirizzo e-mail e anche i campi “oggetto”  e “destinatario” che ne reclamano oggi la sua paternità. A molti il suo nome non ricorderà molto, sopratutto ai più giovani, ma Raymond Tomlinson ha segnato la storia del web mentre lavorava su Arpanet, un internet primordiale sviluppato per l’esercito dentro il quale era necessario inviare messaggi ad un destinatario specifico senza utilizzare gli indirizzi macchina ma assegnando un nome familiare e facile da ricordare:

“La prima e-mail è stata inviata tra due macchine che si trovavano l’una accanto all’altra collegate tramite Arpanet. Il primo messaggio fu abbastanza insignificante, e in realtà l’ho dimenticato”

Dopo aver testato la funzionalità del primo invio delle email fra due pc collocati nello stesso luogo, Tomlinson fu in grado di portare questa procedura anche fra le università collegate ad Arpanet. L’esigenza nasce sopratutto per lo scambio di file instantaneo, l’invenzione delle e-mail venuto nel 1971, divenne quindi un ulteriore sviluppo di un suo primo progetto “CPYNET” commissionato nel 1967 per la BBN Technologies.

Raymond Tomlinson è deceduto il 5 Marzo e lascia il ricordo di tutta una sua storia nata agli arbori di internet e che oggi milioni di utenti utilizzano inconsapevolmente, ecco la biografia ufficiale pubblicata dall’illustre Internet hall of fame

Raymond Samuel Tomlinson è nato ad Amsterdam, New York nel 1941. Ha frequentato il college al Rensselaer Polytechnic Institute, dove ha partecipato a un programma di stage con IBM e ha ricevuto un Bachelor of Science in ingegneria elettrica nel 1963. Ha poi continuato a studiare presso il Massachusetts Institute of Technology (MIT), guadagnando una SM in ingegneria elettrica nel 1965.

Nel 1967, entra a far parte della leggendaria ricerca e sviluppo dell’azienda Bolt Beranek e Newman (ora Raytheon BBN Technologies). A BBN, ha contribuito a sviluppare il sistema operativo TENEX, comprese le implementazioni dei protocolli ARPANET e Telnet. Nel 1971, ha sviluppato la prima applicazione di ARPANET per la posta elettronica della rete combinando i programmi SNDMSG e CPYNET, consentendo di inviare messaggi agli utenti su altri computer. Ha scelto il simbolo @ per separare locale da messaggi di posta elettronica a livello mondiale nel indirizzo postale. Persona a persona rete e-mail è nata e user @ host è diventato lo standard per gli indirizzi email, in quanto rimane oggi.

Programma di posta elettronica di Tomlinson ha portato una rivoluzione completa, cambiando radicalmente il modo di comunicare, tra cui il modo in cui le imprese, dalle grandi aziende ai piccoli negozi mom-and-pop, opera e il modo in cui milioni di persone negozio, banca, e tenersi in contatto con gli amici e la famiglia, se sono dall’altra parte della città o attraverso gli oceani. Oggi, decine di milioni di dispositivi e-mail abilitati sono in uso ogni giorno. E-mail rimane l’applicazione più popolare, con oltre un miliardo e mezzo di utenti che attraversa il mondo e comunicare attraverso le tradizionali barriere di tempo e spazio. Nel 2000, Tomlinson ha ricevuto il George R. Stibitz Computer Pioneer Award dalla American Computer Museum. Nel 2001, è stato onorato con un Webby Award dall’Accademia Internazionale delle Arti e delle Scienze Digitali ed è stato inserito nella Rensselaer Alumni Hall of Fame. Nel 2002, Discover Magazine gli ha assegnato il suo premio per l’innovazione. Nel 2004, ha conseguito il Institute of Electrical and Electronics Engineers Internet Award. E ‘stato nominato il Premio Principe delle Asturie Nobel per la ricerca tecnica e scientifica nel 2009. Nel 2011, è stato onorato con il premio Eduard Rhein culturale Kulturpreis. Si è classificato numero quattro nella lista del MIT dei primi 150 innovatori e le idee del MIT.

“Non credete a tutto quel che leggete. Non credete a tutto quello che leggete sul web: ricordate che ci sono esseri umani che stanno dietro queste pagine e gli esseri umani fanno errori.”

Raymond Tomlinson

 

Lascia la tua opinione