Motorola Moto E (2nd Gen) e Android Marshmallow: si o no?

Tommaso Lenci
9 Dic 2015

Arrivano ultime news importanti riguardanti l’aggiornamento Android 6 Marshmallow per Motorola Moto E di seconda generazione: i dettagli.

Motorola Moto E 2015

Tutti coloro che negli ultimi due anni hanno acquistato uno smartphone android Motorola saranno sicuramente rimasti soddisfatti (o almeno abbastanza soddisfatti) della gestione software del loro dispositivo mobile; l’azienda cinese-americana (è stata acquistata da Lenovo tempo fa) ha infatti garantito tempistiche di aggiornamento molto celeri.

Anche quest’anno l’azienda ha già diffuso (circa un mesetto fa) una prima lista che include i dispositivi che saranno sicuramente aggiornati ad Android 6.0 Marshmallow, l’ultima versione del sistema operativo mobile di Google: sono inclusi i Moto G e Moto X degli ultimi due anni (2014 e 2015)

Motorola Moto E seconda generazione (2015): Android Marshmallow?

In questa lista iniziale mancava però all’appello l’ultimo smartphone di fascia medio bassa: stiamo parlando del Motorola Moto E di seconda generazione che ha fatto capolino sul mercato agli inizi del 2015.

Per fortuna sembra che i dubbi su questo terminale siano stati finalmente dissipati dalla stessa azienda, che ha aggiornato la lista e ha ufficializzato il Motorola Moto E 2nd Generazione come aggiornabile ufficialmente nel 2016 ad Android 6 Marshmallow.

Oltre al Moto E, Motorola ha aggiunto nella lista altri dispositivi che non sono commercializzati in Italia: sono stati infatti inseriti il Moto X Force, il Droid Turbo 2 e il Droid Maxx 2, tutti dispositivi piuttosto recenti è quindi giocoforza aggiornabili.

Motorola Moto E di seconda generazione  potrà usufruire quindi delle principali novità introdotte da Android 6 Marshmallow:

  • La Doze Mode, ovvero il nuovo sistema di monitoraggio Android per ottimizzare il risparmio energetico disattivando temporaneamente i processi inutili o le applicazioni non utilizzate;
  • Now on Tap: la migliore gestione di tutte le funzionalità già viste di Google Now, l’assistente vocale di Google;
  • Android Pay: per i pagamenti i mobilità;
  • Direct Share: per una facile condivisione di tutti gli elementi multimediali (video, audio, foto), notizie, links eccetera con i vostri contatti;
  • Una gestione civilizzata e ottimizzata dei controlli volume del dispositivo (suonerie, allarmi eccetera).

Per conoscere la lista aggiornata dei dispositivi Motorola che saranno aggiornati ad Android 6 Marshmallow, potete visitare il blog ufficiale della società.

Lascia la tua opinione