OnePlus 10 Pro con Display Samsung LTPO 2.0: un video spiega come funziona

Tommaso Lenci
11 Gen 2022

Un video ufficioso svela come funziona il nuovo display Samsung LTPO 2.0 che verrà montato sull’OnePlus 10 Pro: ecco cosa vuol dire avere una vera frequenza d’aggiornamento adattiva!

OnePlus 10 Pro LTPO 2.0 display in video

Sappiamo con certezza che l’11 gennaio 2021 sarà presentato ufficialmente in Cina il nuovo OnePlus 10 Pro.

OnePlus 10 Pro sarà il primo con display LTPO 2.0: un video mostra i vantaggi

Lo smartphone debutterà sul mercato con il nuovo display Amoled sviluppato e prodotto da Samsung con tecnologia LTPO 2.0.

Si tratta di fatto di un pannello evoluzione del primo Amoled LTPO che è stato annunciato dall’azienda coreana giusto un annetto fa.

Come per la versione 1.0, la nuova versione 2.0 utilizza un display in ossido policristallino a bassa temperatura che permette di abbassare la frequenza di aggiornamento fino ad 1Hz.

Questo gli permette di abbassare notevolmente il consumo energetico, e lo farà in maniera ancora più ottimizzata rispetto alla versione 1.0.

Un video sul web ci dimostra come effettivamente il nuovo display LTPO 2.0, che sarà montato sull’OnePlus 10 Pro, ottimizza la frequenza di aggiornamento a seconda dell’utilizzo che si fa dello smartphone.

Ad esempio durante la visualizzazione di immagini fisse il display LTPO 2.0 imposterà sempre la frequenza di aggiornamento ad 1Hz.

Nel video possiamo vedere il nuovo Xiaomi 12 Pro con display LTPO (il primo a sinistra), confrontato con LTPO 2.0 dell’OnePlus 10 Pro (al centro) e il secondo display LTPO del Galaxy S21 Plus (l’ultimo a destra).

Il cerchietto nel video evidenzia la frequenza di aggiornamento applicata dal display a seconda del tipo di utilizzo dello smartphone.

Di fatto quanto annunciato da Pete Lau, amministratore delegato e co-fondatore di OnePlus, l’azienda cinese sarà la prima ad implementare tale soluzione sul mercato.

Va da ricordare che il display del 10 Pro avrà dimensioni pari a 6.7 pollici di diagonale con risoluzione nativa QHD+, e ci sarà il classico forellino per la fotocamera anteriore (da 32MP).

Altri punti forte dello smartphone saranno il chipset Snapdragon 8 Gen 1, la ricarica rapida via cavo a 80W e la ricarica wireless a 50W.

Fonte: Via

Lascia la tua opinione