OnePlus 6 e 6T si aggiornano alla OxygenOS 10.3.3 a fine aprile: le novità

Tommaso Lenci
26 Apr 2020

Rilasciato un nuovo aggiornamento firmware a fine aprile 2020 per i gli OnePlus 6 e 6T che porta la OxygenOS alla versione 10.3.3: le novità.

OnePlus 6 e 6T OxygenOS 10.3.3 aggiornamento aprile 2020

Se possedete un OnePlus 6 o un OnePlus 6T vi segnaliamo che giusto oggi l’azienda asiatica ha iniziato a rilasciare a livello internazionale un nuovo aggiornamento software.

OnePlus 6 e 6T si aggiornano questo fine aprile 2020: ecco le principali novità

Per essere più precisi i due dispositivi si sono aggiornati alla OxygenOS 10.3.3 che è ovviamente basata sul sistema operativo Android 10.

La nuova OxygenOS ha due scopi principali: aggiornare le patch di sicurezza che erano ferme ancora a quelle di febbraio 2020 e risolvere alcuni piccoli bug della release software precedente.

Questo è il change log ufficiale (tradotto) rilasciato da OnePlus sul proprio forum:

  • Sistema
    • Risolto il problema della schermata nera che veniva visualizzata casualmente durante il gioco;
    • Pacchetto Google mobile services aggiornato alla release di febbraio 2020;
    • Patch di sicurezza Android aggiornata a quella rilasciata da Google nel mese di aprile 2020;
    • Stabilità del sistema migliorata e bug generali corretti
  • Aggiornamenti di rete
    • Supporto VoLTE e VoWifi integrato per Telenor – Danimarca;
    • Supporto VoWifi integrato per RJIO – India;
  • Aggiornamenti Cloud Sync [solo India]
    • Aggiornato CloudService alla versione 2.0.

L’aggiornamento è scaricabile tramite la classica modalità OTA (over the air) utilizzando una connessione Wifi o sfruttando la banda 3G-4G del vostro OnePlus 6 o 6T.

Essendo un aggiornamento scaglionato, ovvero si diffonderà in vari paesi mano mano, non sappiamo quando effettivamente riceverte la notifica automatica di aggiornamento in Italia.

Vi consigliamo comunque di tenere sotto controllo il centro aggiornamento del vostro OnePlus, entrando in impostazioni->info telefono->aggiornamenti.

Ricevuta la notifica, prima di aggiornare è consigliabile (ma non obbligatorio) effettuare un backup dei dati più importanti salvati sullo smartphone, e iniziare la procedura di installazione solo se la batteria residua è pari o superiore al 50%.

Fonte: Via

Lascia la tua opinione