OnePlus 6T è ufficiale: prezzo in Italia e caratteristiche principali

Tommaso Lenci
29 Ott 2018

Ufficializzato da poche ore il nuovo OnePlus 6T: ecco le sue principali caratteristiche hardware e software, e il prezzo di vendita per l’Italia.

OnePlus 6T ufficiale: prezzo e caratteristiche

Come promesso da OnePlus, oggi 29 ottobre 2018 (un giorno prima del previsto) è stato ufficializzato il nuovo smartphone top di gamma OnePlus 6T.

Se conoscete già il modello OnePlus 6, i fattori principali che distinguo il modello 6T da quello precedente sono: display più grande con tacca più piccola, batteria più potente, scanner per le impronte digitali sotto il display, software migliorato.

OnePlus 6T: le principali caratteristiche hardware, software e il prezzo di vendita

Design e display

OnePlus 6T si presenta infatti con un display da 6.4 pollici di diagonale con tecnologia OLED, risoluzione 2340 x 1080 pixel (402 PPI) che contiene la tacca a forma di gocciola.

Il telefono è costruito con un mix di vetro e metallo sia frontalmente che posteriormente: la protezione in vetro è affidata al Gorilla Glass 6, l’ultima tecnologia di Corning.

Il display oltre ad essere più grande offre una migliore sensazione di occupare tutta la scocca frontale del telefono, dato che la tacca è decisamente più piccola e i bordi inferiori sono stati rimpiccioliti.

Potete notare l’assenza dello scanner per le impronte digitali sulla scocca posteriore, e l’assenza anche del classico jack da 3.5 mm.

Come colorazioni, al momento OnePlus 6T è disponibile solo in due tonalità: Midnight Black e Mirror Black.

Scanner per le impronte digitali sotto il display

Altra novità del modello 6T è la presenza di uno scanner per le impronte digitali posizionato sotto il display, che secondo il produttore sblocca il telefono in massimo 0.3 secondi.

Il sensore sotto il display utilizza la tecnologia ottica e non quella a ultra-suoni, quindi quando premete sul sensore la luce del display illumina il dito per effettuare la scansione.

Può essere utilizzato anche per le transazioni con Android Pay.

Nel caso in cui non troviate pratico questo nuovo sensore, è possibile sbloccare il telefono anche con il classico riconoscimento del volto.

Processore e memoria

OnePlus 6T continua ad utilizzare il chipset Snapdragon 845 come il suo predecessore OnePlus 6, ma rispetto a quest’ultimo avrà un taglio diverso di memoria interna minima.

Infatti non esiste più il modello base con 6GB di ram e 64GB di rom, che è stato sostituito con il modello 6GB + 128GB.

Esistono poi varianti con 8GB di ram e 128GB di rom, e 8GB di ram con 256GB di rom.

Non è possibile espandere la memoria con microSD.

Multimedialità: le fotocamere rimangono simili, cambia il software

Per quanto riguarda la multimedialità, troviamo una doppia fotocamera posteriore composta da un sensore principale da 16 megapixel con apertura lenti f/1.7, OIS e Autofocus dual pixel, abbinata a una seconda fotocamera da 20 megapixel con apertura lenti f/1.7 che ha funzioni anche da teleobiettivo.

La fotocamera anteriore dedicata ai selfie è da 16 megapixel con apertura lenti f/2.0.

Si possono registrare video in Ultra HD 4K, e video in Slow motion a 480 fps.

Entrambe le camere (anteriore e posteriori) supportano l’HDR in modalità notturna, un sistema che utilizza le informazioni visive di diversi fotogrammi per migliorare i dettagli riducendo al contempo il rumore e il motion blur.

Questa nuova modalità è stata chiamata Nightscape.

Le foto scattata con modalità Nightscape impiegano circa due secondi per processarsi, ma i risultati sono migliori afferma OnePlus.

Buone notizie: la modalità Nightscape arriverà su OnePlus 6 tra una settimana con un prossimo aggiornamento software.

Altro miglioramento software si ha nello scatto di foto in modalità verticale, grazie alla nuova funzionalità studio lighting feature: quando viene rilevato un volto nell’inquadratura, all’utente viene data la libertà di controllare a propria discrezione la luminosità di quell’area.

Batteria

Il nuovo OnePlus 6T monta una batteria più potente rispetto al suo predecessore: si parla di una potenza di 3700 mAh, circa il 12% in più rispetto a quella di OnePlus 6.

Sulla carta l’autonomia dovrebbe essere aumentata di circa un 10-15%, ma sfortunatamente non è ancora presente la ricarica wireless.

La velocità di ricarica rapida Dash Charge dovrebbe essere praticamente identica al quella del modello predente, ovvero 5V a 4 ampere (20W).

Software: Oxygen OS con Android Pie 9.0

Android Pie 9.0 è il sistema operativo mobile di OnePlus 6T su cui è stata costruita l’interfaccia personalizzata OxyGen OS.

Adesso OnePlus 6T supporta tutte le modalità di navigazione Android: il sistema gestuale OnePlus (molto simile alla navigazione basata su gesture di Apple), la nuova navigazione gestuale nativa di Android 9 Pie, e l’utente può scegliere anche il vecchio e classico sistema con le tre icone di navigazione.

Per migliorare le prestazioni e l’esperienza d’uso nei videogiochi, è stata ottimizzata la modalità gioco che bloccherà il livello di luminosità dello schermo durante il Gaming, ci sarà un maggiore controllo sulle notifiche e si potrà limitare l’utilizzo dei dati di altre applicazioni.

Ottimizzata pure la funzione software Smart Boost per l’avvivo più rapido delle applicazioni, funzione che aiuterà ad avviare più velocemente sopratutto i giochi.

Prezzo e disponibilità

Lato prezzi OnePlus 6T costerà circa 40 euro in più per quanto riguarda la versione base che passa a 6GB di ram e 128GB di rom (Mirror Black): il nuovo prezzo è di 559 euro.

La versione 8GB di ram e 128GB di rom (Midnight Black + Mirror Black) costa invece 589 euro (20 euro  in più).

Infine la versione top con 8GB di ram e 256GB di rom (Midnight Black) ha un prezzo di listino di 639 euro.

Tutte e tre le versioni in questione saranno disponibili all’acquisto (spedizione inclusa) a tra circa 8-9 giorni, quindi a partire dal 6 novembre 2018.

Lascia la tua opinione