OnePlus 6T McLaren Edition: 10GB di ram e 256GB di rom

Tommaso Lenci
30 Nov 2018

OnePlus 6T verrà commercializzato a dicembre 2018 nella nuova versione McLaren Edition: tra le differenze abbiamo 10GB di ram e 256GB di rom.

OnePLus 6T McLaren Edition

In data 11 dicembre 2018 OnePlus in partnership con la McLaren presiederà un evento ufficiale a Londra nel quale sarà presentata una versione “speciale” dell’OnePlus 6T.

OnePlus 6T McLaren edition: ecco in che cosa si differenzierà

Stiamo ovviamente parlando dell’OnePlus 6T McLaren Edition, e oggi abbiamo alcune informazioni da svelarvi prima dell’effettiva commercializzazione del prodotto.

Secondo quanto è trapelato questa versione speciale avrà, a differenza delle versioni normali, più memoria ram: infatti il modello 6T normale arriva al massimo a 8GB di ram, mentre la versione McLaren avrà 10GB di ram.

La versione McLaren sarà abbinata a 256GB di memoria interna, quindi il massimo che la gamma 6T al momento offre anche nella versione normale.

Per differenziare ulteriormente il prodotto sulla scocca del telefono sarà presente il logo dell’azienda automobilistica e potrebbe uscire con una colorazione alternativa rispetto a quelle già viste per le versioni normali.

Ovviamente si tratta di un prodotto ad edizione limitata e quindi anche il numero di esemplari prodotti sarà particolarmente basso, quindi non sarà facile trovarlo se non nei primissimi giorni dell’offerta.

Non abbiamo ancora indicazioni sul prezzo di vendita della versione McLaren, ma aspettatevi un prezzo di listino più elevato rispetto alla media.

Se infatti in Italia la versione normale da 8GB + 256GB ha un prezzo di listino di 639 euro, il prezzo della versione McLaren da 10GB di ram e 256GB di rom potrebbe salire sui 699 euro.

Sicuramente ci saranno informazioni più dettagliate nei prossimi giorni, ma se siete interessati a questa versione “speciale” vi consigliamo di effettuare l’acquisto fin dal primo giorno dell’offerta: le scorte potrebbero finire rapidamente.

Fonte: Via

Lascia la tua opinione