Come Rendere più veloci i videogame sul PC

Silvia
21 Mar 2014

screen di un videogame nell'articolo sulle tecniche per migliorare la fluidità dei nostri videogiochi

In questa guida cercheremo di dare delle linee generali da seguire per migliorare le performance dei nostri videogame preferiti. Poche e semplici regole da tenere sempre a mente per cercare di rendere più duraturo il nostro hardware.

continua

JetClean: pulire e ottimizzare il PC in pochi click

Jessica Bolognini
21 Mar 2014

JetClean: pulire e ottimizzare il PC in pochi click

Fra le utility più complete per ripulire Windows da file inutili e, di conseguenza, rendere il proprio computer più veloce e performante, figura certamente JetClean.

 

Scaricabile gratuitamente presso il sito dello sviluppatore BlueSprig, alla pagina dedicata, JetClean dispone di una interfaccia in italiano, pratica ed intuitiva, oltre a svariati tools di ottimizzazione.

 

Ecco, quindi, una panoramica più approfondita relativa agli strumenti offerti da tale software.

 

Previa installazione e avvio, JetClean si apre con la finestra “1-Click”, servizio per la pulizia del computer a 360 gradi.

Attraverso tale schermata, l’utente può così procedere alla pulizia del registro, dei file di Windows, della RAM, delle applicazioni e dei tasti di scelta rapidi non validi, con un solo click del mouse.

Particolarmente degna di nota è la possibilità di settare manualmente gli elementi da eliminare, conservando così eventuali file importanti, nonché selezionare il tipo di attività eseguita dal programma fra la semplice scansione, l’analisi e la riparazione automatica, oppure scegliere di spegnere il computer una volta terminata la pulizia.

 

Nella scheda successiva, “Strumenti”, è invece possibile reperire una serie di accessori utili all’ottimizzazione del computer.

La prima tabella riporta semplicemente le informazioni relative al sistema operativo, all’uso della memoria, alla scheda grafica, al monitor, al BIOS e al processore. Tali dati sono altresì esportabili in formato testo, grazie al tasto dedicato.

Vi è poi un utile strumento per la rimozione sicura dei programmi (compresi gli aggiornamenti di Windows), ordinabili anche in funzione dei software più voluminosi o di più recente installazione.

Mentre l’incremento delle prestazioni di internet e la deframmentazione del registro restano esclusiva della sola versione premium, l’edizione gratuita di JetClean propone tuttavia un altro strumento interessante: l’incremento delle prestazioni. Scegliendo fra tre differenti modalità di boost, sulla base delle proprie esigenze, vengono chiusi i processi in background e i servizi inutilizzati, rendendo così il proprio computer maggiormente performante.

 

L’ultima scheda è infine dedicata alle impostazioni generali del programma, presso la quale è possibile controllarne l’aspetto grafico, selezionare la lingua dell’interfaccia e scegliere se eseguire o meno quest’ultimo all’avvio di Windows.

Decisamente interessante è la possibilità di accedere a un centro di salvataggio, capace di creare automaticamente un backup di tutti i cambiamenti, e di creare o lanciare un punto di ripristino, premura essenziale per godere sempre della massima sicurezza.

Asus, sul mercato due nuove top di gamma della serie ROG

Jessica Bolognini
20 Mar 2014

ASUS ha ufficialmente presentato le sue due nuove schede video top di gamma, appartenenti alla serie Republic of Gamers,meglio conosciuta come ROG, la  famiglia di GPU appositamente sviluppata per videogamers e appassionati di overclock.

Asus ha lanciato le sue due nuove GPU top di gamma della famiglia Republic Of Gamers o ROG.

I due modelli in questione sono la ROG Matrix R9 290X e la ROG Matrix GTX 780 Ti, che si basano rispettivamente sul chip R9 di AMD e su quello della GTX 780 di Nvidia (entrambi top di gamma).

Come tutte le GPU della serie ROG, entrambi i modelli saranno overcloccati di serie, utilizzando sistemi di raffreddamento DirectCU che si avvalgono di più di una ventola.

Il primo modello, quello basato su architettura R9 avrà delle GPU con frequenza di 1050 MHz e memorie a 1350Mhz GDDR4 (5400 MHz effettivi) .

Per la Matrix GTX 780 Ti, il modello basato su architettura Nvidia, saranno in dotazione memorie a 7000 Mhz effettivi e GPU a 1072 MHz.

GPU Asus ROG Matrix GTX 780 Ti

È presente su entrambi i modelli anche una tecnologia alquanto inusuale che è la Memory Defroster, un sistema grazie al quale la RAM video viene scongelata in maniera piuttosto rapida in caso di sistemi di raffreddamento ad azoto liquidi, che raggiungono temperature inferiori allo zero.

In ogni caso per i sistemi di raffreddamento ad azoto liquido è presente una modalità apposita, che è la LN2.

Le top di gamma ROG Matrix hanno moduli VRM con tecnologia Super Alloy Power. Queste tecnologie permettono una ideale gestione dei voltaggi fino a 14 step e per gestire meglio le variazioni delle temperature di funzionamento delle componenti.

Tornando a parlare del sistema di raffreddamento stock, siamo in presenza di un radiatore direttamente a contatto con le componenti interne con due ventole CoolTech, con una giusta conformazione in grado di creare un ottimo ricircolo d’aria in tutte le direzioni per raffreddare rapidamente il calore dissipato internamente, pur mantenendo una bassa soglia di rumorosità.

Entrambe le GPU saranno disponibili a partire dal prossimo mese di Aprile con un prezzo di 759 Euro per il modello basato su architettura AMD e 859 Euro per quello basatu su architettura NVIDIA.

Come rendere sicura la rete WiFi di casa

Jessica Bolognini
17 Mar 2014

E’ relativamente facile improvvisare la creazione di reti WiFi in casa. Basta un modem/router adeguato e pochi passaggi per avere la propria rete Wireless funzionante.

Ma non tutti sanno metterla a punto in maniera definitiva, scongiurando i rischi per la sicurezza.Vediamo insieme come settare la rete al meglio per difendersi dagli attacchi esterni.Questa guida sarà un insieme di consigli generali su come migliorare la sicurezza della tua rete. Purtroppo non mi sarà possibile inserire particolari dettagli per ogni procedura in quanto tutto cambia in base al modem/router che hai e ci sono davvero decine di interfacce diverse,quindi mi limiterò a spiegare il da farsi. Innanzitutto devi assolutamente cambiare la password e se possibile anche l’username di accesso al modem/router (di solito admin/admin, admin/password e simili). Questo procedimento è fattibile di solito accedendo alle impostazioni del proprio modem/router tramite l’indirizzo 192.168.1.1 da inserire nella barra degli indirizzi del vostro browser. Dopo aver cambiato questi parametri assicuratevi, sempre dalla pagina di gestione del modem/router di cambiare l’SSID (nome della rete WiFI) standard, se ve ne è stato dato uno dal produttore dell’apparecchio. Gli SSID di Default sono i più semplici da bucare.

 

SSID rete wifi

Il prossimo passo da fare per rendere più sicura la tua rete WiFi è quella di cambiare la password.

Innanzitutto scegli una password quanto più lunga e complessa possibile ed utilizza lettere,numeri e simboli se possibile.

Una password complessa è sempre più difficile da decifrare e non importa quanto tu abbia impostato la tua rete WiFi per orientarla alla sicurezza, se la password è troppo semplice, questa è facilmente hackerabile.

Una volta scelta la vostra password è l’ora di accedere all’indirizzo 192.168.1.1 per cambiarla e per indicare il tipo di crittografia che si vuole utilizzare.

Esistono il WEP, la WPA e la WPA2.

Le ho messe in ordine di sicurezza, quindi è consigliabile utilizzare sempre WPA2 ma se si hanno device un po’ vecchi come la console PSP di Sony, la WPA2 non è sempre compatibile.

Potete scegliere WPA2 AES, WPA2 TKIP e WPA2 AES + TKIP.

Solitamente si preferisce attivare WPA2 AES+TKIP perchè è un ibrido tra le due modalità.

password reti wifi

Fatto questo, se il vostro modem/router lo supporta, disattivate la possibilità di accedere alle impostazioni del router via WiFI (in tal caso potrete accederci solo via cavo Ethernet e diminuirete le possibilità di hacking della vostra rete).

E ricordate, non si è mai troppo al sicuro.

Comodo IceDragon: privacy e protezione per navigare sul web

Jessica Bolognini
17 Mar 2014

Comodo IceDragon: privacy e protezione per navigare sul web

Premesso che le precauzioni, in termini di protezione, non sono mai troppe, è bene ricordare che la sicurezza su internet passa anche per il browser.

Consapevole di tale assunto, Comodo, gruppo specializzato nello sviluppo di suite per la sicurezza informatica, lancia IceDragon, il browser che fa l’occhiolino a Firefox e ne integra misure atte a garantire la massima privacy e la totale protezione per l’utente.

 

Ecco, quindi, una guida all’uso di IceDragon, corredata da alcuni utili suggerimenti per una sicurezza a 360 gradi.

 

Ovviamente, il primo step consiste nello scaricare il software dalla pagina ufficiale, presso la quale è disponibile gratuitamente. Quindi, si procede alla sua installazione, durante la quale è altresì possibile importare gli elementi di default presenti sui propri browser precedenti, come la lista preferiti o la cronologia, affinché non vadano persi.

Chi preferisce disporre di una copia portatile, può scegliere di scaricare soltanto il file eseguibile, trasferendolo su un’apposita chiavetta USB.

 

Qualora si desiderasse impostare la lingua italiana di default, è sufficiente cliccare sull’icona in alto a sinistra, presente sullo stesso browser di IceDragon, selezionare la voce Options e, nella scheda General, scegliere Italian dal menu a tendina affiancato dalla dicitura Select browser language.

Una volta scaricato il pacchetto della lingua desiderata, occorre riavviare il browser, al fine di rendere effettive le modifiche apportate.

 

Per godere della massima sicurezza, è bene lasciare invariati i SecureDNS offerti da Comodo, i quali garantiscono una più rapida apertura delle pagine web e l’attivazione di un filtro anti-malware, in grado di bloccare in tempo reale i siti riconosciuti come potenzialmente dannosi.

Per analizzare una pagina ancora prima della sua apertura, basta cliccare con il tasto destro sul link di proprio interesse, quindi selezionare la voce Scan link with Web Inspector. Al termine della scansione, all’utente verrà fornito un report dettagliato circa gli elementi del sito esaminato e la loro eventuale pericolosità.

 

Come già accennato, IceDragon dedica uno spazio particolare anche all’aspetto privacy. Per questa ragione, in tale browser, sono stati rimossi l’invio di segnalazioni automatiche in caso di crash e il servizio snippets, mentre risulta integrato un nuovo modulo per gli aggiornamenti, meno invasivo e finalizzato al miglioramento delle performance.
Non da ultimo, è bene ricordare che IceDragon è ovviamente compatibile con qualsiasi estensione sviluppata per Firefox. Per questo, chi intende fruire di una sicurezza ancora più completa, può integrare al proprio browser ulteriori add-ons dedicati. Fra i tanti, si ricorda Virtual Keyboard Interface. L’estensione, che richiede la previa installazione di Greasemonkey, fornisce all’utente una vera e propria tastiera virtuale, capace di scongiurare qualsiasi attacco da parte dei cosiddetti keylogger, strumenti di sniffing capaci di scovare la sequenza dei tasti digitati sulla classica tastiera, pertanto potenzialmente in grado di rubare password e dati sensibili.

Installazione e primi passi con Raspberry PI

Silvia
10 Mar 2014

Raspberry PI

Passo -1

Prima di iniziare assicuriamoci di avere il minimo per iniziare a usare il nostro Raspberry PI ovvero: continua

Mini tastiera Bluetooth Avantree, silenziosa e impermeabile

Tommaso Lenci
24 Feb 2014

Mini tastiera Bluetooth Avantree

Mobile Fun risolve i problemi di chi ha necessità di scrivere lunghi testi con il proprio tablet, e purtroppo scopre che farlo senza l’ausilio di una tastiera può essere un procedimento molto lungo e difficoltoso. Con la mini tastiera Bluetooth Avantree non avrete più nessuna difficoltà a battere lunghi testi, mail o semplicemente a chattare con i vostri amici.

continua

AMD Rewards: guadagni punti giocando e vinci dei premi

Tommaso Lenci
24 Feb 2014

AMD Rewards

AMD ha da pochissimi giorni presentato il suo programma, AMD Rewards un sistema semplice che permette agli utenti di accumulare punti che in seguito potranno essere trasformati in premi di vario tipo, scegliendo tra la lunga lista di ricompense proposte dall’azienda.

continua

Mercato delle GPU in positivo ma AMD è in calo

Tommaso Lenci
23 Feb 2014

La diffusione di tablet smartphone e altri dispositivi che ci permettono di eseguire tutte le operazioni che fino a qualche anno fa venivano eseguite dal nostro PC, e anche molte altre, hanno portato un declino lento, e secondo alcuni inesorabile, del mercato dei personal computer, ormai superati dalla tecnologia mobile, ma le statistiche di Jon Peddie Research hanno messo in evidenza delle singolari contraddizioni con un calo delle vendite di AMD rispetto a Nvidia e Intel.

continua

Cooler Master e i suoi nuovi mini stand

Tommaso Lenci
22 Feb 2014

Cooler Master amplia la sua gamma di prodotti con i nuovi stand per Tablet e smartphone dal design classico ed elegante ma costruiti con materiali moderni e resistenti, il Cube mini e lo Jas mini.

continua