Pocophone F1: Android Q confermato e nuovo aggiornamento disponibile

Tommaso Lenci
18 Giu 2019

Pocophone F1 avrà sicuramente l’aggiornamento ad Android Q, mentre oggi è già iniziato il rilascio di un altro aggiornamento: i dettagli.

Pocophone F1 aggiornamento Android Q confermato

Doppia buona notizia per tutti coloro che hanno deciso di acquistare lo smartphone top di gamma “economico” del 2018 di Xiaomi: il Pocophone F1.

PocoPhone F1 arriverà sicuramente Android Q; intanto nuova MIUI 10.3.5 disponibile al download

Abbiamo infatti la conferma che lo smartphone riceverà sicuramente l’aggiornamento alla prossima release software Android Q.

La conferma è arrivata direttamente dal canale Twitter ufficiale del direttore generale di PocoPhone, Alvin Tse, anche se non sono state rilasciate ulteriori informazioni come ad esempio la data o il periodo previsto per l’aggiornamento.

Di fatto il modello F1 si aggiungerà alla prima lista ufficiale di tutti gli smartphone Xiaomi che riceveranno sicuramente Android Q.

Ma le buone notizie non finiscono qua: il Pocophone F1 sta infatti ricevendo un nuovo aggiornamento software in queste ultime ore scaricabile tramite la modalità OTA.

La nuova build riguarda la versione MIUI 10.3.5 ed ha un peso di circa 390 megabyte.

Ovviamente la build è basata sul sistema operativo Android Pie 9.0.

Le principali novità della 10.3.5 riguardano alcune ottimizzazioni per il Wifi, il fix del problema delle doppie applicazioni che scompaiono quando si riavvia lo smartphone, e un nuovo orologio personalizzabile per il lock-screen.

Oltre a questo vengono installate patch di sicurezza più recenti, più nello specifico quelle che sono state rilasciate da Google nel mese di maggio 2019.

Se non avete ricevuto ancora la notifica di aggiornamento, vi consigliamo di controllare entrando nel menù impostazioni->info telefono->aggiornamenti.

Ricevuta la notifica, prima di installare la nuova MIUI 10.3.5 vi consigliamo di effettuare prima un eventuale backup dei dati sensibili salvati su smartphone, e di iniziare la procedura solo se la batteria è pari o superiore al 50%.

Fonte: Via Twitter

Lascia la tua opinione