Qualcomm presenta il nuovo sensore Biometrico Ultrasonico: debutto sui Galaxy S21?

Tommaso Lenci
11 Gen 2021

Qualcomm ha ufficializzato oggi il suo nuovo sensore Biometrico con tecnologia Ultrasonica che potrebbe essere effettivamente utilizzato sui prossimi Samsung Galaxy S21.

Qualcomm 3D Sonic Sensore seconda generazione sui Samsung Galaxy S21

Il primo sensore biometrico sotto il sensore ufficializzato da Qualcomm è uscito nel 2018 con la comparsa del chipset Snapdragon 855 ed utilizza la tecnologia ultrasonica.

Di fatto questo sensore per le impronte digitali sotto il display è stato utilizzato su molti dispositivi Samsung come i Galaxy S10, Galaxy Note 10, i Galaxy S20 e i Galaxy Note 20.

Qualcomm presenta il nuovo Sensore 3D Sonic di seconda generazione: potrebbe debuttare sui Samsung Galaxy S21

Oggi Qualcomm ha ufficializzato la versione evoluta del suo primo sensore biometrico ultrasonico, presentando il nuovo sensore 3D Sonic di seconda generazione.

Il nuovo sensore 3D Sonic apporta interessanti miglioramenti rispetto alla generazione precedente.

Quest’ultimo infatti ha una dimensione maggiorata del 77% rispetto alla prima generazione: questo permette di registrare in più fino a 1.7 volte i dati biometrici ottenuti con il sensore di generazione precedente.

L’incremento dei dati biometrici salvati dal sensore ne aumenta anche la sicurezza.

Oltre a questo, il nuovo sensore ultrasonico garantisce capacità elaborative più elevate che permettono di sbloccare in sicurezza lo smartphone il 50% più velocemente.

Qualcomm sfortunatamente non ha ancora svelato quali saranno gli smartphone che utilizzeranno questo sensore 3D Sonic di seconda generazione.

Gli esperti del settore affermano però che i dispositivi della Gamma Galaxy S21 potrebbero implementare tale soluzione tecnologica.

Ovviamente su quest’ultimo fatto non c’è ancora una certezza assoluta.

I dubbi caso mai verranno cancellati definitivamente in data 14 gennaio 2021 quando Samsung presenterà i suoi nuovi Galaxy S21.

Lascia la tua opinione