Redmi Note 8 vs Note 8 Pro le differenze hardware e il prezzo ufficiale

Tommaso Lenci
29 Ago 2019

Ufficializzati oggi in Cina i Redmi Note 8 e il Note 8 Pro: ecco le principali differenze hardware e il prezzo di vendita nel paese asiatico.

Redmi Note 8 Pro vs Note 8: le differenze hardware e prezzo

Come annunciato da un paio di settimane, Xiaomi ha presentato in Cina due nuovi smartphone di fascia media: il Redmi Note 8 e il Note 8 Pro.

Quali sono le principali differenze hardware tra Redmi Note 8 e Note 8 Pro?

La prima differenza la troviamo nella grandezza del display

Infatti il modello Note 8 Pro dispone di un pannello LCD IPS più grande da 6.53 pollici di diagonale con risoluzione nativa FHD+ 2340 x 1080 pixel, mentre il modello normale ha un display LCD IPS da 6.3 pollici.

Sappiamo con certezza che il Note 8 Pro ha protezione gorilla Glass frontalmente e posteriormente, mentre il Note 8 non ha protezione in vetro sulla scocca posteriore, ma bensì in plastica lavorata.

Multimedialità e design

Il display su entrambi i dispositivi ha una tacca a goccia nella quale viene posizionata la fotocamera anteriore: 20MP per il Note 8 pro e da 13MP per il Note 8 normale.

Lato design si può notare una fondamentale differenza tra i due dispositivi.

Infatti sul Redmi Note 8 Pro le quattro fotocamere posteriori vengono collocate in maniera verticale al centro della scocca, mentre sul modello normale le quattro camere si trovano in alto a sinistra della socca posteriore.

Entrambi i dispositivi hanno il classico scanner per le impronte digitali, e non quello sotto il display.

Continuando a parlare di multimedialità, il modello Pro è di fatto il primo smartphone al mondo ad utilizzare un sensore principale da ben 64MP.

Si tratta del sensore Samsung ISOCELL Bright GW1 con tecnologia quad-binning pixel; la versione normale utilizza invece il sensore da 48MP ISOCELL GM2 sempre con tecnologia quad-binning pixel.

Gli altri 3 sensori fotografici montati su entrambi gli smartphone sono identici: un sensore da 8MP ultra-angolare, un sensore da 2MP per le macro e un altro sensore da 2MP per gli effetti di profondità.

Processore e memoria

Altra caratteristica che distingue i due terminale è il tipo di processore utilizzato.

Come sapevamo già da tempo il Redmi Note 8 Pro monta il recente chipset Mediatek Helio G90T, mentre sul Note 8 normale viene posizionato il chipset Snapdragon 665.

Sul modello Pro da ricordare che Xiaomi ha applicato un sistema di dissipazione a liquido che serve ad ottimizzare le prestazioni del chipset Mediatek abbassandone di fatto la temperatura di esercizio.

Il Note 8 Pro dispone di due varianti di memoria: 6GB di ram e 64GB di rom o 8GB di ram e 128GB di memoria interna.

La versione Note 8 normale invece dispone di tre varianti: la base con 4GB di ram e 64GB di memoria interna, una intermedia con 6GB di ram e 64GB di rom e la top con 6GB ram +128GB rom.

Batteria e connettività

Avendo un display più grande il Redmi Note 8 Pro dispone anche di una batteria più grande da 4500 mAh, mentre il modello normale ha una batteria da 4000 mAh.

Entrambi gli smartphone dispongono di una ricarica rapida massima via cavo da 18W.

A livello di connettività abbiamo su tutti e due gli smartphone il Bluetooth 5.0, la porta Usb Type C, la radio FM, il supporto al LTE 4G dual sim, la porta ad infrarosso, Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac dual band, A-GPS, GLONASS, BDS, il classico jack da 3.5mm per l’audio.

C’è da dire però che il Redmi Note 8 pro dispone anche del tanto atteso chipset NFC.

Prezzi di vendita in Cina

Sappiamo che i nuovi smartphone di Xiaomi inizieranno la commercializzazione in Cina a partire dai primi giorni di settembre di quest’anno.

Il Redmi Note 8 base (4+64GB) al cambio costerà in Cina circa 125 euro, la versione 6+64GB costerà 150 euro e la variante 6+128GB 175 euro.

Verrà venduto nelle colorazioni Black, White, Dream Blue.

Invece il Note 8 Pro base da 6+64GB verrà venduto al prezzo di 175 euro, mentre la versione top 8+128GB sarà commercializzato a 225 euro, entrambi nelle colorazioni Black, Green, e White.

Ancora ignoto se entrambi i dispositivi saranno commercializzati ufficialmente anche in Europa.

Lascia la tua opinione