Samsung Galaxy A20e si aggiorna ad Android 11 con ONE UI 3.1 in Europa

Tommaso Lenci
3 Giu 2021

Samsung ha iniziato a rilasciare l’aggiornamento Android 11 con interfaccia ONE UI 3.1 per il suo smartphone “economico” Galaxy A20e uscito nel 2019: i dettagli.

Samsung Galaxy A20e Android 11 ONE UI 3.1 aggiornamento

Nonostante sia stato uno smartphone 4G destinato alla fascia media-bassa del mercato di metà 2019, il Galaxy A20e partito con Android Pie 9.0 si è ritrovato alla fine anche l’aggiornamento ad Android 11.

Samsung Galaxy A20e: disponibile l’aggiornamento ad Android 11 con ONE UI 3.1

Oggi infatti l’azienda coreana ha iniziato a rilasciare un nuovo aggiornamento firmware, seriale A202FXXU3CUE9, scaricabile tramite la classica modalità OTA.

Questo firmware contiene l’aggiornamento ad Android 11 con interfaccia ONE UI 3.1.

Ovviamente questo sarà l’ultimo aggiornamento di sistema operativo per il Galaxy A20e.

Oltre al passaggio da Android 10 ad Android 11, vengono installate le patch di sicurezza rilasciate da Google nel mese di maggio 2021.

Inoltre la nuova ONE UI 3.1 migliorerà l’esperienza d’uso dell’utente, introducendo:

  • una nuova e più moderna interfaccia;
  • nuove funzioni per la fotocamera;
  • aggiornamento delle applicazioni native Samsung etc.

Al momento la diffusione sta avvenendo in Europa (Austria), quindi nei prossimi giorni o un una/due settimane dovrebbe arrivare la notifica di aggiornamento anche per gli A20e venduti in Italia.

Vi consigliamo quindi di tenere sotto controllo il centro aggiornamenti, che trovate in impostazioni->info telefono->aggiornamenti.

Quando riceverete la notifica di aggiornamento, essendo un cambiamento di sistema operativo, vi consigliamo di:

  • Effettuare un backup completo dei dati salvati sul telefono;
  • Liberare spazio nella memoria interna: 3-5GB bastano;
  • Iniziare la procedura di installazione del nuovo software solo se la batteria ha un autonomia residua pari o superiore al 50%.

In alcuni casi per ottimizzare le prestazioni, è consigliabile effettuare anche un eventuale reset di fabbrica dopo l’aggiornamento ad Android 11 (ricordatevi di fare il BACKUP completo!).

Fonte: Via

Lascia la tua opinione