Samsung Galaxy Fold 2 amara sorpresa: niente S Pen

Tommaso Lenci
9 Giu 2020

Il prossimo smartphone pieghevole top di gamma, Samsung Galaxy Fold 2, non implementerà la pennina capacitiva S Pen: ecco il perché.

Alcuni passati rumors affermavano che il nuovo smartphone pieghevole successore dell’attuale Galaxy Fold, avrebbe implementato un interessante novità: il supporto alla pennina capacitiva S Pen.

Samsung Galaxy Fold 2 nuovi rumors: niente S Pen, ma display migliore e più memoria

Oggi nuove informazioni, direttamente dalla Corea del Sud, affermano che il Samsung Galaxy Fold 2 non implementerà la S Pen per limiti strutturali/tecnici.

Il colosso coreano ha deciso di eliminare dal progetto del Fold 2 la pennina capacitiva S Pen a causa di problemi al momento insuperabili sulla resistenza dello schermo pieghevole.

Lo spessore dello schermo pieghevole utilizzato sul Galaxy Fold 2, che sarà uguale a quello montato sull’attuale Galaxy Z Flip, è pari a 0.03 mm.

Tale spessore non garantirebbe una sufficiente resistenza all’usura con l’utilizzo della pennina capacitiva S Pen.

Basti pensare ad esempio che la S Pen viene utilizzata sul Galaxy Note 10 senza problemi perché quest’ultimo ha un display con spessore di 0.10mm.

Nonostante l’assenza della S Pen il nuovo smartphone pieghevole avrà ovviamente miglioramenti.

Infatti il display pieghevole del Fold 2 supporterà la frequenza di aggiornamento a 120Hz, un bel passo in avanti rispetto al display del Fold attuale che si ferma a 60Hz.

Oltre a questo il pannello del nuovo modello sarà più grande e avrà una risoluzione migliore rispetto al Galaxy Fold attuale.

Samsung inoltre dovrebbe aumentare la memoria interna del dispositivo, che passerebbe dagli attuali 256GB del Fold ad arrivare a 512GB con l’annuncio del Fold 2.

Infine, da quello che è trapelato sembra proprio che il Galaxy Fold 2 sarà annunciato da Samsung il 5 agosto 2020.

Ovviamente dato che al momento tutte queste informazioni non sono state certificate/ufficializzate da Samsung, vi preghiamo di considerarle con il giusto distacco emotivo.

Fonte: Via

Lascia la tua opinione