Samsung Galaxy Note 9 ufficiale: prezzo e principali caratteristiche (in breve)

Tommaso Lenci
9 Ago 2018

Ufficiale il nuovo Samsung Galaxy Note 9 il più recente smartphone top di gamma dell’azienda coreana: un breve riassunto sulle sue principali caratteristiche.

Galaxy Note 9 ufficiale: prezzo e caratteristiche

Dopo rumors di qualche settimana, finalmente ci siamo: Samsung ha annunciato il successore del Galaxy Note 8, presentando al grande pubblico il Galaxy Note 9.

Le principali differenze rispetto al modello Note 8 le potrete notare nell’hardware potenziato, la multimedialità migliorata mentre il design è la parte che ha subito cambi meno importanti.

Samsung Galaxy Note 9 ufficiale: le principali caratteristiche e il prezzo di vendita in Italia

Display e Design


Frontalmente il Galaxy Note 9 conferma il design già visto sul Note 8 anche se i bordi risultano essere leggermente più sottili per fare spazio ad un display Infinity in formato 18.5:9 da 6.4 pollici e risoluzione 2960 x 1440 pixel.

Il pannello in questione con tecnologia Super Amoled è compatibile con gli standard HDR10 e utilizza la funzionalità del Always On Display.

Analizzando la scocca posteriore possiamo notare il posizionamento diverso della doppia fotocamera posteriore, mentre lo scanner per le impronte digitali è posizionato sotto il comparto fotografico, in una zona centrale ma sempre nella parte superiore della scocca; appena sotto troviamo il logo Samsung.

Il Galaxy Note 9 ha una socca in alluminio rifinita in vetro posteriore e anteriore dalle dimensioni di 161.9 x 76.4 x 8.8mm per un peso complessivo di 201 grammi.

Il telefono è certificato IP68, quindi è resistente all’acqua e alla sporcizia in generale.

Multimedialità

Parlando del comparto multimediale, come già detto il Note 9 ha una doppia fotocamera posteriore composta da un sensore principale da con apertura lenti variabile f/1.5-2.4 e un sensore secondario da 12 megapixel con apertura lenti fissa f/2.4 che funge da teleobiettivo.

Entrambi questi sensori hanno lo stabilizzatore ottico dell’immagine (OIS) e godono delle funzionalità dell’intelligenza artificiale sviluppata da Samsung: rilevamento scene, ottimizzazione dei i colori e del contrasto, rilevamento di eventuali difetti come una lente smussata o un soggetto che ha chiuso gli occhi eccetera.

Per gli amanti dei selfie invece la fotocamera anteriore ha un sensore da 8 megapixel con autofocus e apertura lenti f/1.7.

Ovviamente il telefono sarà in grado di registrare video in formato ULTRA HD 4K e in Super Slow Motion a 960 fps.

Presenti pure gli altoparlanti stereo ottimizzati tramite la partnership con AKG, rimane il jack audio da 3.5 mm per le cuffie e c’è il supporto all’audio Dolby Atmos.

Processore e memoria

Come potete notare si tratta dello stesso comparto fotografico già visto e utilizzato dal Galaxy S9, di cui il Galaxy Note 9 prende anche i processori che saranno lo Snapdragon 845 per il mercato Cina-USA, e il chipset Exynos 9810 per il resto del mondo (compresa Europa-Italia).

Il Note 9 potrà godere fino a 8GB di memoria ram (la versione base ne ha 6) e fino a 512GB di memoria interna (la versione base ne ha 128) con possibilità di utilizzare una microSD.

La nuova pennina S Pen e modalità DEX

Punto forte della gamma Note è sempre stata la pennina capacitiva S Pen, che con il Note 9 ottiene un ulteriore evoluzione.

E’ infatti la prima S Pen con il supporto alla connettività Bluetooth, ha una portata di circa 10 metri e una durata di circa 30 minuti di utilizzo a distanza.

La ricarica è breve: in appena 40 secondi all’interno della fondina del telefono potrete ottenere nuovamente il 100% di autonomia.

La nuova S Pen ora supporta tre imputs: una breve pressione, una pressione prolungata e una doppia pressione e svolge nuove funzioni avanzate come quella di otturatore per la fotocamera da remoto.

Samsung ha già sviluppato un tool dedicato ai programmatori che potranno così creare software per sfruttare con nuove funzionalità la S Pen nell’ecosistema android.

Oltre alla S Pen rinnovata, interessante sapere che Samsung ha ottimizzato la modalità DEX sul suo Galaxy Note 9, eliminando di fatto l’obbligo di possedere un Samsung Dex, una tastiera e un mouse fisici.

Infatti il Note 9 potrà entrare in modalità DEX attraverso un singolo cavo adattatore Usb Type C a HDMI, e lo stesso telefono può funzionare da tastiera o track pad.

Connettività, batteria

Lato connettività oltre al supporto al LTE 4G Cat. 16 di ultima generazione, Wifi AC dual band, chipset NFC, Bluetooth 5.0 eccetera c’è sempre il riconoscimento tramite scanner dell’iride, che affianca lo scanner per le impronte digitali o il riconoscimento facciale tramite AI.

Il Galaxy Note 9 ha una batteria decisamente più potente rispetto a quella del Note 8: passa infatti a 4000 mAh, ma sfortunatamente l’azienda coreana sfrutterà la ricarica rapida fino alla tecnologia Quick Charge 2.0.

In compenso il nuovo top di gamma ha la ricarica wireless veloce.

Prezzo, disponibilità e software

Il telefono uscirà sul mercato ufficialmente il 24 agosto 2018 con sistema operativo Android Oreo 8.1 (personalizzato con Samsung Experience 9.x) nelle colorazioni Ocean Blue, Midnight Black, Lavender Purple e il nuovo Metallic Copper.

Per quanto riguarda il prezzo, la versione base 6GB di ram e 128GB di rom in Italia dovrebbe costare da 1029 euro, mentre la variante 8GB ram e 512GB rom costerà 1279 euro.

Lascia la tua opinione