Samsung Galaxy S10e recensione e test dell’autonomia della batteria: i risultati ottenuti

Tommaso Lenci
24 Mar 2019

Ecco quanto è efficiente l’autonomia generale e specifica in alcuni test della batteria montata sullo smartphone Samsung Galaxy S10e: soddisferà le esigenze?

Galaxy S10e recensione autonomia batteria

Dopo avervi proposto i risultati sul test dell’autonomia del Galaxy S10 Plus, oggi vi segnaliamo il test dell’autonomia della batteria sul Galaxy S10e, il più economico tra i nuovi S10 di Samsung.

Il modello S10e è quello con il display più piccolo, ma anche la batteria meno potente: quanto influenzerà questo?

Samsung Galaxy S10e: ecco i risultati sulla durata della batteria in vari utilizzi

I principali fattori hardware e software che possono determinare l’autonomia

Per prima cosa vi ricordo che l’autonomia di uno smartphone dipende sostanzialmente dal chipset utilizzato (quanto è potente, quanto è ottimizzato per il risparmio energetico, che tipo di architettura usa), dal display (tecnologia, grandezza e risoluzione), ovviamente dalla potenza della batteria e infine dalle ottimizzazioni software (gestione delle applicazioni in background).

Il Samsung Galaxy S10e nel mercato italiano monta il chipset chipset Octa-Core Exynos 9820 prodotto con processo produttivo a 8nm, con 2×2.73 GHz Mongoose M4 & 2×2.31 GHz Cortex-A75 & 4×1.95 GHz Cortex-A55, e GPU Mali-G76 MP12.

Viene poi utilizzato un display Dynamic Amoled, il primo a supportare l’HDR10+, da 5.8 pollici di diagonale con risoluzione FHD+ 2280 x 1080 pixel (438PPI).

Il tutto viene alimentato da una batteria interna da 3100 mAh e come sistema operativo troviamo Android Pie 9.0 con interfaccia personalizzata Samsung One UI.

I dati che saranno esposti qua sotto sono stati forniti direttamente dal sito GSMARENA, dati catturati analizzando il comportamento del dispositivo durante le chiamate telefoniche, la navigazione sul web e la riproduzione di video.

Autonomia chiamate telefoniche

Molto spesso siamo abituati a telefoni che ultimamente riescono a garantire almeno 20-24 ore di chiamate telefoniche, e il Samsung Galaxy S10e non è da meno.

Infatti il telefono riesce a permettere all’utente di effettuare telefonate per circa 20 ore e 42 minuti, un risultato di buon livello considerata la batteria da 3100 mAh, ma ovviamente non possiamo gridare al miracolo.

Infatti siamo nella media degli smartphone, un risultato senza infamia ma senza particolari lodi.

Navigazione sul web tramite Wifi: l’autonomia

Grazie ad un display non particolarmente grande rispetto ad altri top di gamma, ci stanno abituando a polliciaggi tutti superiori ai 6 pollici ultimamente, il Galaxy S10e sfoggia un autonomia di tutto rispetto nella navigazione web tramite connettività Wifi.

Infatti il dispositivo vi permette di navigare su internet tramite il browser mobile stock (quello che trovate già installato nella rom) per circa 11 ore e 1 minuto.

Anche in questo caso in termini assoluti non si tratta di un valore particolarmente elevato, ma in termini relativi se consideriamo la potenza della batteria il risultato finale può considerarsi più che soddisfacente.

Sicuramente il display di ultima generazione di Samsung aiuta molto in termini di risparmio energetico, nonostante sia sempre un 5.8 pollici che per un utente medio sono ancora da considerarsi abbastanza importanti in termini di grandezza.

Riproduzione di video in alta definizione: la durata della batteria

Oltre al fatto che il modello Galaxy S10e, come i suoi fratelli maggiori, gode della tecnologia HDR10+ per migliorare la qualità visiva delle immagini, questo smartphone permette un autonomia nella riproduzione di video piuttosto buona.

La batteria da 3100 mAh, le ottimizzazioni del chipset Exynos 9820 e soprattutto il display ottimizzato nel consumo energetico, vi garantiscono la riproduzione di video in alta definizione per ben 15 ore e 16 minuti.

In termini assoluti è un buon risultato, ma considerata la potenza della batteria possiamo affermare che si tratta di un ottimo risultato finale, che soddisferà pure l’utente più esigente.

Autonomia con utilizzo medio-basso e intenso

Dopo i test specifici dedicati alle chiamate, alla navigazione web e alla riproduzione di video, vediamo come si comporta il Galaxy S10e nell’autonomia generale.

Più nello specifico parliamo di un utilizzo medio-basso (quello più comune tra gli utenti), e nell’utilizzo più intenso.

L’ottimizzazione software (Android Pie 9.0 con Samsung One UI) garantisce dei consumi in stand-by abbastanza contenuti, ma la batteria da 3100 mAh impone alcuni limiti invalicabili.

L’utente non troppo smanettone (utilizzo medio-basso) infatti potrebbe garantirsi un autonomia generale di circa un giorno e 3/4 al massimo, ovvero difficilmente riuscirà a coprire due giorni pieni d’utilizzo prima di effettuare la ricarica dell batteria.

Invece l’utente smanettone (utilizzo intenso) dovrebbe arrivare a coprire l’intera giornata di utilizzo se non esagera troppo nel consumo di attività più dispendiose come la navigazione sul web.

Questi utenti dovranno giocoforza ricaricare la batteria dello smartphone almeno una volta al giorno per garantirsi la tipica autonomia giornaliera.

Ovviamente i risultati per l’utente con utilizzo medio-basso o intenso potrebbero cambiare, in meglio o in peggio, a seconda del tipo di attività svolta quotidianamente.

Il Galaxy S10e supporta la ricarica rapida cablata con standard 9V/1.67A e 5V/2A; quindi la velocità massima di ricarica effettiva è pari a 15W e potete già sfruttarla con il caricabatteria in dotazione.

Con la ricarica rapida è possibile ricaricare circa il 36% della batteria in 30 minuti, mentre la ricarica completa avviene in meno di 1 ora e mezzo.

Conclusioni sull’autonomia del Samsung Galaxy S10e.

Alla fine il modello S10e non compie passi in avanti in termini di autonomia rispetto alla generazione precedente, autonomia che rimane abbastanza buona ma non è certo il punto di forza dello smartphone.

La batteria da 3100 mAh non fa miracoli, ma non delude le aspettative considerato che stiamo parlando sempre di un display da 5.8 pollici e un processore Exynos 9820 tra i più veloci disponibili sul mercato.

Quindi l’autonomia arriva a livelli soddisfacenti per l’utente medio e più che sufficienti per l’utente più esigente: non è un battery phone.

Lascia la tua opinione