Samsung Galaxy Tab S2 (2016) si aggiorna ancora: ecco le patch ottobre 2020!

Tommaso Lenci
6 Nov 2020

Il tablet Galaxy Tab S2 (2016) nonostante abbia oltre 4 anni di vita commerciale continua ad aggiornarsi: Samsung ha rilasciato un nuovo aggiornamento firmware a inizio novembre 2020.

Galaxy Tab S2 si aggiorna ad inizio novembre 2020

Crediateci o meno ma oggi abbiamo i primi feedback positivi sul fatto che un tablet top di gamma del 2016 di Samsung sta ricevendo un nuovo aggiornamento firmware ad inizio novembre 2020.

Il Galaxy Tab S2 si aggiorna ad inizio novembre 2020: ecco i dettagli

Stiamo parlando del Galaxy Tab S2 versione 2016, T813N (Wi-Fi) e T819N (3G/LTE), uscito sul mercato con il sistema operativo Android Marshmallow 6.0.1 e aggiornato ad Android Nougat 7.0.

Si tratta quindi della versione venduta con chipset Snapdragon 652 e non quella venduta  con chipset Exynos 5433.

Molto probabilmente però Samsung rilascerà lo stesso aggiornamento anche per la versione Exynos (uscita nel 2015) nei prossimi giorni.

Da quello che è stato riportato il Tab S2 ha ricevuto le patch di sicurezza che sono state rilasciate da Google nel mese di ottobre 2020.

Non sono le patch più recenti disponibili, novembre 2020, ma comunque ci siamo molto vicini.

Per chi non lo sapesse, la patch di sicurezza di ottobre 2020 corregge cinque vulnerabilità a rischio critico rilevate nel sistema operativo Android, insieme a dozzine di vulnerabilità ad alto e moderato rischio.

Vengono risolte anche 21 vulnerabilità scoperte nel software nativo di Samsung.

Per esempio è stato risolto un exploit che consentiva l’accesso non autorizzato alla scheda SD e ai contenuti nella cartella protetta dell’utente, mentre un altro consentiva l’accesso ai dati sensibili tramite la funzione Hotspot automatico.

In generale possiamo dire che si tratta di un ottima notizia per tutti i possessori di un dispositivo ex top di gamma di Samsung.

Infatti questo ci fa capire come la politica degli aggiornamenti in casa dell’azienda coreana stia nettamente migliorando rispetto ai passati anni.

Anche se non saranno aggiornamenti tempestivi, l’importante che ci siano e siano inviati costantemente per più anni rispetto ai canonici 3 anni assicurati.

Fonte: Via

Lascia la tua opinione