Samsung vs AGCOM: le dichiarazioni dell’azienda coreana

Tommaso Lenci
20 Gen 2018

Samsung ha risposto ufficialmente, e a livello internazionale, alle accuse dell’AGCOM per quanto riguarda l’utilizzo di aggiornamenti software per l’obsolescenza programmata.

Samsung vs AGCOM

Vi avevamo riportato un paio di giorni fa che la nostra autorità garante per le comunicazioni ha iniziato una procedura di infrazione del codice del consumo italiano nei confronti di Samsung e di Apple.

Le accuse nei confronti di Samsung riguarderebbero pratiche scorrette di aggiornamenti software che rallenterebbero le performance dei dispositivi per incentivare i consumatori a cambiarli più spesso, e la mancata comunicazione da parte dell’azienda di questi “problemi” software.

Samsung comunica ufficialmente la sua estraneità ai fatti imputati dall’AGCOM

Ebbene oggi l’azienda coreana ha ufficialmente ribadito tramite un comunicato a livello internazionale, che la società non pratica nessun tipo di aggiornamento software per diminuire le prestazioni dei propri smartphone.

Ecco il comunicato ufficiale: “Samsung does not provide the software updates to reduce the product performance over the life cycle of the device. We will fully cooperate with Italian Authority for Market and Competition’s investigation in Italy to clarify the facts.

L’azienda ha poi ribadito la piena disponibilità a collaborare con gli enti Italiani (AGCOM) per risolvere e chiarire definitivamente il problema nato nelle ultime settimane.

Infatti la causa scatenante sembrerebbe assere nata prima con Apple, che attualmente è sotto indagine negli USA, in Francia e pure in Italia per presunta obsolescenza programmata, fatto che avrebbe aumentato la psicosi generale nel mercato consumer.

Molto probabilmente molti utenti Samsung hanno iniziato a segnalare problemi di performance sui loro dispositivi Galaxy top di gamma, presi un po’ dalla mania della situazione.

Se Apple ha effettivamente ammesso di aver ridotto le prestazioni degli iPhone più vecchi (CPU più lente) per conservare l’autonomia del dispositivo (cosa che ha portato ad una nuova politica di ricambio delle batterie), Samsung si è sempre dichiarata innocente.

Al momento la controversia non è ancora conclusa, ma ci aspettiamo chiarezza nelle prossime settimane.

Fonte: Notizia

Lascia la tua opinione