Smartphone alla guida: come potrebbe cambiare il codice della strada

Tommaso Lenci
11 Lug 2019

La commissione trasporti ha dato il via libera ai primi cambiamenti nel codice della strada che riguardano l’utilizzo dello smartphone alla guida: i dettagli.

Smartphone alla guida

Il codice della strada potrebbe essere modificato già entro la fine del 2019 e introdurre alcune modifiche che riguardano le sanzioni per coloro che utilizzano in maniera errata lo smartphone durante la guida.

Nuovo DDL per il codice della strada: le modifiche che riguardano l’utilizzo dello smartphone quando di guida

In breve sono previste sanzioni ancora più pesanti rispetto alle attuali, e si è fatto chiarezza nell’evidenziare quali sono i dispositivi tecnologici che non devono essere utilizzati in maniera errata durante la guida.

Infatti il nuovo articolo 9 del DDL prevede che nel codice della strada venga cambiato l’articolo 173 che argomenta “in materia di uso di lenti o di determinati apparecchi durante la guida”

Attualmente quest’articolo indica la scrittura generica “apparecchi radiotelefonici” che verrà sostituta con la frase be più specifica “smartphone, computer portatili, notebook e tablet”.

Tutti questi dispositivi se comportano l’allontanamento delle mani del guidatore dal volante, quindi in maniera pericolosa, faranno scattare sanzioni a carico di quest’ultimo.

Rispetto al precedente codice della strada, il nuovo codice oltre ad una sanzione amministrativa pecuniaria aggiungerà una sanzione accessoria.

La sanzione accessoria consiste nella sospensione della patente da una settimana a due mesi, a seconda della gravità.

Nel caso in cui il guidatore commetta lo stesso reato sanzionato dal codice della strada più di una volta nel corso di un biennio, la sanzione amministrativa pecuniaria standard (già in vigore) verrà aumentata di una somma compresa tra i 422 e i 1697 euro.

Inoltre la sanzione accessoria della sospensione della patente, verrà incrementata ad un minimo di un mese ad un massimo di 3 mesi.

Ripetiamo che questi cambiamenti nel codice della strada non sono ancora vigenti, dato che dopo il via libera della commissione trasporti il nuovo DDL dovrà essere prima discusso e approvato dal parlamento.

Lascia la tua opinione