Smartphone e tablet dal 2019 addio ai dazi doganali: prezzi più bassi?

Tommaso Lenci
10 Giu 2016

Tra pochi anni i prezzi di prodotti hi-tech come smartphone, tablet e altro avranno prezzi più bassi per via dell’abolizione dei dazi doganali: ecco come e perché.

Prodotti Hi-tech: smartphone e tablet

Durante la giornata di ieri i parlamentari dell’Unione Europea e altri 24 paesi congiunti (tra cui USA, Giappone e Cina) hanno firmato un documento d’accordo nella sede del WTO (la World Trade Organization) che prevede a partire da luglio 2016 un iniziale abbassamento dei dazi doganali su certe categorie di prodotti hi-tech i e fino ad una totale cancellazione di quest’ultimi entro la fine del 2019.

Prodotti Hi-tech come smarpthone e tablet: presto i prezzi di vendita saranno più bassi?

I prodotti in questione di alta tecnologia vengono racchiusi in ben 201 categorie, e tra le più importanti vengono indicate le categorie dell’informatica (come ad esempio console per videogiochi, prodotti con touch screen come Tablet e smartphone, e apparecchiature mediche professionali).

La cosa positiva è che i primi cambiamenti si avranno già ad inizio luglio 2016, dato che circa il 65% dei prodotti appartenenti alle 201 categorie esaminate nel documento d’accordo nella sede del WTO, inizieranno a godere di un calo dei costi dei dazi doganali.

Si inizierà soprattutto a diminuire i costi doganali di prodotti lato consumer (quindi videogiochi, console, tablet, smartphone, eccetera) e poi piano piano i dazi doganali saranno abbassati anche per prodotti professionali e medici.

Secondo l’Unione Europea l’esportazioni di questi prodotti hi-tech da parte dei membri della comunità si aggira intorno ai 189 miliardi di euro, e con questo trattato gli esportatori potranno iniziare a risparmiare costi intorno ai 5-8,3 miliardi di euro.

Questo permetterà ai professionisti, sia importatori che esportatori di avere maggiori possibilità di entrare in nuovi mercati con prezzi più concorrenziali, prezzi che potrebbero agevolare pure i consumatori finali, dato che i costi di vendita dovrebbero abbassarsi con la graduale diminuzione dei dazi doganali.

Sulla carta quindi nei prossimi 3 anni i prodotti hi-tech anche in Italia dovrebbero arrivare a costare sempre di meno, con un calo dei prezzi all’apice nel 2019, data in cui i dazi doganali saranno definitivamente aboliti nell’Unione Europea.

Fonte: Notizia

Lascia la tua opinione