TIM: i rimborsi sulla fatturazione a 28 giorni sono iniziati (come richiederli)

Tommaso Lenci
25 Ott 2019

TIM ha attivato ufficialmente la procedura di rimborso dei giorni erosi per la fatturazione a 28 giorni secondo la delibera AGCOM 269/18/CONS: come fare la richiesta?

Tim rimborso fatturazione 28 giorni

La delibera AGCOM 269/18/CONS è stata approvata definitivamente a luglio 2019 ma, nonostante il tempo passato, la maggior-parte degli Operatori telefonici di linea fissa ha iniziato ad adeguarsi solo da poche settimane.

Vi ricordo che la delibera AGCOM 269/18/CONS riguarda il rimborso economico dei giorni erosi con l’introduzione della fatturazione a 28 giorni, dichiarata illegale anche dal governo, con conseguente ripristino della fatturazione mensile.

Sottolineiamo che questa delibera è valida solo per le linee di telefonia fissa e non per quelle di telefonia mobile.

TIM: come richiedere il rimborso dei giorni erosi con la fatturazione a 28 giorni

Dopo avervi segnalato come effettuare una prima richiesta diretta a Wind per il rimborso per la fatturazione a 28 giorni, oggi vi informiamo che anche TIM si sta adeguando.

Tutti i clienti dello storico operatore italiano che da giugno 2017 fino ad aprile 2018 hanno subito “l’ingiustizia” della fatturazione a 28 giorni adesso possono richiedere il rimborso economico

Il rimborso economico in questione è indirizzato agli utenti che non hanno voluto usufruire dei rimborsi alternativi proposti (servizi, Giga, chiamate etc) e agli ex clienti che hanno fatto il passaggio ad un altro operatore telefonico.

Gli Ex clienti inclusi sono quelli che risultavano “attivi da prima del 31 marzo 2018, e che abbiano cessato di usufruire del servizio di rete fissa di TIM successivamente alla data del 23 giugno 2017“.

Per richiedere il rimborso economico per la fatturazione a 28 giorni tutti questi utenti dovranno chiamare il servizio clienti al 187 e farne espressa richiesta.

Inoltre a partire da novembre 2019, sul sito ufficiale MyTim, TIM rilascerà una pagina web con un modulo di richiesta online che si potrà compilare per richiedere il rimborso.

Al momento però sia Wind che TIM, oltre ad altri operatori come Vodafone e Fastweb mobile, non hanno ancora attivato i rimborsi automatici in fattura come è previsto dalla delibera AGCM.

Per questo se l’utente non richiede esplicitamente il rimborso, questo non gli verrà corrisposto.

Bisognerà vedere se nelle prossime settimane l’AGCOM imporrà definitivamente il rimborso automatico agli operatori telefonici, ed eventuali multe per inadempienza.

Fonte: Comunicato ufficiale

Lascia la tua opinione