Tim ci riprova con Prime GO: rincari per gli utenti con tariffe mobili ricaricabili

Tommaso Lenci
24 Mag 2016

Dal prossimo mese TIM applicherebbe forzatamente un nuovo aumento tariffario con la funzione Prime GO per tutti coloro che utilizzano tariffe mobili ricaricabili base.

Tim Prime Go: aumento tariffe

Vi ricordate la faccenda di Tim Prime, quella che fu diffidata apertamente dalla Agcom e che poi è stata sospesa ufficialmente dall’operatore mobile italiano? Beh sembra che questa volta TIM abbia trovato la soluzione alternativa per aumentare le tariffe settimanali dei propri utenti, che utilizzano maggiormente offerte ricaricabili base.

TIM Prime GO: ecco l’aumento settimanale delle tariffe mobile base

La nuova offerta TIM Prime Go infatti non viene applicata a discrezione dell’utente ma viene bensì applicata forzatamente al piano tariffario base: ha un costo settimanale di 49 centesimi di Euro e comprende una serie di promozioni  quali:

  • La possibilità di andare al cinema pagando solo un biglietto per due dal lunedì al venerdì (1 volta ogni settimana);
  • Guardare il calciomercato e il campionato con l’applicazione Seria A di TIM;
  • Chiamare e inviare SMS gratuitamente ad un numero TIM a tua scelta;
  • Ogni ricarica telefonica garantirà un premio sicuro.

Se la precedente offerta TIM Prime poteva essere disattivata chiamando l’operatore, Prime Go non può essere disattiva e l’utente per non averla ha solo due estreme soluzioni:

  1. Cambiare piano tariffario base, scegliendone uno dove Prime Go non è compreso;
  2. Rescindere gratuitamente dal contratto entro 30 giorni o passare ad un altro operatore telefonico.

Per adesso la denuncia di questa pratica, considerata scorretta, è avvenuta dall’ADUC che ha fatto già segnalazione al Agcom e all’Antitrust, anche se sembra che l’operatore telefonico abbia ormai un vantaggio consistente che renderà difficile il blocco della nuova tariffa.

Prime Go potrebbe essere quindi applicata a molti utenti, anche se non desiderata, per due sostanziali motivi:

  1. L’attivazione automatica inizierà il 15 giugno 2016: i tempi sono quindi molto ristretti e non sappiamo se Agcom reagirà velocemente;
  2. Il nuovo aumento tariffario è un rincaro secco della tariffa che sarebbe previsto dalla normativa vigente.

In soldoni, TIM Prime Go per L’ADUC, è un aumento tariffario indiscriminato di 2 euro mensili che aumenta indirettamente i prezzi dei piani tariffari base, e questo aumento sembra più un costo di ricarica (vietati dal decreto Bersani nel 2007) piuttosto che un opzione o un servizio in più per l’utente, dato che quest’ultimo non ha possibilità di scelta.

Fonte: Notizia

Lascia la tua opinione