Versatile Video Codec (VVC) H266 il successore dell’H265 HEVC è ufficiale

Tommaso Lenci
6 Lug 2020

Ufficializzato l’arrivo del nuovo H266 (Versatile Video Codec), che diventa di fatto il successore dell’attuale H265 HEVC: ecco le principali novità.

H266 VVC ufficiale il dopo H265 HEVC

Ci sono voluti diversi anni di ricerca, ma alla fine la società Fraunhofer HHI ha annunciato che il nuovo standard Versatile Video Codec (VVC) H266 è finalmente completo.

H266 VVC è ufficiale il successore dell’H265 HEVC: i primi dettagli

Il nuovo standard è stato progettato anche grazie all’aiuto di diversi importanti partner come Microsoft, Intel, Huawei, Apple, Ericsson, Qualcomm e Sony.

Rispetto alla versione attuale H265 HEVC il nuovo H266 VVC promette di dimezzare le dimensioni dei file o dei requisiti per lo streaming dei video, mantenendo la stessa qualità.

Si tratta di un importante miglioramento (molto simile a quanto avvenuto nel passaggio dall’H264 all’H265) considerato che su internet l’80% della banda è occupata da streaming di Video.

Il nuovo codec Video è applicabile a qualsiasi risoluzione: dalla qualità SD (480p) fino alla più recente 8K, supporta i video a 360 gradi e ovviamente lo standard HDR a 10 bit.

Oltre che allo streaming Video, il codec molto probabilmente avrà largo utilizzo in futuro nello streaming di giochi Online (servizio Google Stadia per citarne uno) sopratutto a risoluzione 4K o superiore.

L’H266 inizierà a diffondersi però solo a partire dall’autunno di quest’anno, quando il primo codificatore/decodificatore software sarà rilasciato pubblicamente.

Sono in fase di progettazione pure i codificatori/decodificatori Hardware che verranno sicuramente implementati nei futuri chipset dedicati ai dispositivi mobili e sopratutto alle Smart TV.

Il nuovo VVC come il suo predecessore HEVC sarà concesso su licenza in base ai termini FRAND, quindi i vari produttori dovranno pagare una royalty.

Per maggiori informazioni: Fonte Notizia

Lascia la tua opinione