Vmware Player VS Virtualbox

Silvia
15 Mag 2013

VmwareVsVirtualBox

In questo articolo farò un breve confronto tra VMware Player e VirtualBox che sono tra i  più popolari software di virtualizzazione gratuiti  multipiattaforma. VMware Player è gratuito per uso personale e non commerciale, mentre VirtualBox è rilasciato gratuitamente con licenza GPL versione  2.

Confrontare VMware Player e VirtualBox non è facile poiché entrambi hanno  pro e contro rilevanti e la scelta ricade sulle proprie necessità.

VMware Player
Pro:
– Offre un servizio DHCP integrato condiviso da tutte le macchine virtuali.
– Si può aggiungere fino a dieci schede di rete virtuali (o vNIC) per ogni virtual machine, mentre VirtualBox può solo aggiungere fino a otto vNIC per ogni VM.
– Supporta le estensioni hardware della CPU per la virtualizzazione nidificata. È possibile creare un’istanza di hypervisor  che richiede la virtualizzazione assistita da hardware. Tutti i principali hypervisor, quali KVM, vSphere, Xen, XenServer sono supportati.
Contro:
– non offre la cattura dello schermo della VM.
– non offre la clonazione built-in della VM.
– Supporta solo file di immagine disco del tipo vmdk e vhd.
– non supporta più monitor virtuali.
– Non può essere installato su sistemi operativi Solaris ospitanti OS X ed.
– Aggiornamenti software poco frequenti
Pro e contro di VirtualBox
Pro:
– Offre in modo nativo un wizard con GUI per la clonazione di una VM.
– Offre in modo nativo la cattura dello schermo anche più volte.
– Supporta diversi tipi di immagine disco (ad esempio, VDI, VMDK, VHD, hdd, QED, qcow)
– Supporta monitor multipli virtuali per una macchina virtuale guest. Monitor virtuali multipli appartenenti a una macchina virtuale possono essere visualizzati in più finestre della macchina host, o tramite i monitor multipli fisici.
– Può essere installato su OS X, Windows 7, Windows 2008 Server, Solaris, OpenSolaris, sistemi operativi host FreeBSD.
– Aggiornamenti più frequenti rispetto a Vmware Player.
Contro:
– Non è possibile utilizzare il NAT su macchine virtuali senza abilitare il port forwarding sulla macchina host.
– Il NAT tra macchine virtuali è isolato, le macchine non possono comunicare tra loro.
– Per far comunicare più macchine virtuali tra loro occorre attivare il Bridged networking

– Possibilità d aggiungere fino a otto vNIC ad una macchina virtuale guest, mentre VMware Player è possibile creare fino a dieci vNIC ogni macchina virtuale guest. È possibile configurare solo quattro vNIC tramite VirtualBox GUI. Per aggiungere più di quattro vNIC, è necessario utilizzare VirtualBox CLI.
– Non supporta la  virtualizzazione nidificata assistita da CPU.


Lascia la tua opinione