WhatsApp attenzione nuova truffa: cambia la formula ma è lo stesso inganno!

Tommaso Lenci
18 Set 2017

La Polizia di stato Online ha segnalato la presenza di una nuova e pericolosa truffa su WhatsApp che invita l’utente a rinnovare l’account: i dettagli del comunicato.

WhatsApp Truffa attenzione

Ci risiamo, e pensiamo proprio che difficilmente la situazione non cambierà se non a partire dal 2018 ovvero quando gli ingegneri informatici di WhatsApp introdurranno ufficialmente la spunta Verde, ovvero gli account certificati.

Al momento possiamo solo sottolineare che sulla pagina Facebook ufficiale della polizia di stato, PS Oline, è comparso un nuovo messaggio di attenzione per tutti coloro che utilizzano WhatsApp: è in corso infatti una nuova truffa sull’applicazione.

Di per se forse è una truffa già conosciuta da una parte degli utenti, ma in questo caso l’inganno è stato modificato per raggiungere sempre lo stesso scopo: carpirvi denaro o informazioni personali.

WhatsApp la nuova truffa dell’account che sta per terminare: i dettagli

La truffa sostanzialmente è un messaggio inviato da un falso account che si spaccia per i servizi commerciali di WhatsApp.

Il messaggio avverte l’utente che il suo account WhtsApp è in procinto di terminare, e che se quest’ultimo non lo rinnova attraverso un link (malevolo) di verifica rischierà di perdere tutti i suoi dati: messaggi, video, storico conversazioni e così via.

Il messaggio quindi si basa su una minaccia che potrebbe determinare uno stato di ansia e o preoccupazione da parte dell’utente meno attento che istintivamente potrebbe cliccare sul link malevolo.

Va ovviamente ricordato che si tratta di una truffa bella e buona dato che WhatsApp è un applicazione di messaggistica istantanea diventata completamente gratuita da quasi 2 anni, e che non richiede nessuna forma di pagamento per il mantenimento o l’attivazione di un qualsiasi account.

Ecco come si presenta su WhatsApp sostanzialmente questo messaggio truffa:

Invitiamo tutti coloro che hanno letto questa notizia di diffondere la voce anche agli amici, onde evitare che i più sbadati o i meno informati clicchino sui un eventuale link malevolo che potrebbe causare danni ai dati personali, o all’eventuale credito della Sim telefonica abbinata a WhatsApp.

Lascia la tua opinione