WhatsApp: Manca davvero poco al rilascio della dark mode

Silvia schiaffino
15 Ott 2019

Android 10 ha introdotto il tema scuro, l’attesissima dark mode di cui si parla da tempo, mentre Google ha già aggiornato quasi tutte le sue applicazione per offrire il pieno supporto alla nuova funzionalità.

Dark mode di WhatsApp per Android prossima al rilascio

Anche il team di sviluppo di WhatsApp è al lavoro da più di un anno alla preparazione della modalità scura e a breve rilascerà l’aggiornamento ufficiale definitivo

WhatsApp dark mode, questione di giorni per il rilascio

A tenere sotto controllo sugli sviluppi del tema scuro è Wabetainfo che ha analizzato il codice della recente versione beta per Android.

Alcune immagini i fatti rivelano che la dark mode è pronta ed ha bisogno solo di piccoli perfezionamenti.
Anche il menu che ospita le emoji e gli stickers si fa scuro, mentre i messaggi nelle chat vengono raccolti in bolle blu scuro.

Infatti, per la precisione la dark mode di WhatsApp non sarà propriamente “dark” ma di un blu scurissimo, questo dettaglio lascia un po’ perolessi alcuni utenti, sopratutto gli utilizzatori di dispositivi provvisti di display OLED

Uno degli scopi della progettazione dell’interfaccia scura dell’intero sistema Android è appunto quello di consentire un ulteriore risparmio energetico e i display OLED ampliano questa possibilità in quanto non illuminano i pixel neri, al contrario di quelli blu utilizzati da WhatsApp.

Non si capisce bene duque la motivazione di questa scelta, resta il fatto che la modalità notte di WhatsApp sarà completamente supportata dal sistema operativo Android 10 con tutte le sue funzionalità, sarà possibile impostare la modalità automatica o attivare la dark mode manualmente all’occorrenza.

Alcuni utenti che hanno installato la versione beta per Android hanno incominciato a segnalare un curioso bug, alcune conversazioni venivano mostrate dentro la bolla scura della dark mode, questo potrebbe significare che l’azienda sta verificando le ultime compatibilità lato server prima di distribuire l’update

Lascia la tua opinione