WhatsApp: questi smartphone Android, iOS non lo supportano più

Tommaso Lenci
30 Dic 2019

WhatsApp terminerà il supporto ufficiale a tutti quegli smartphone con sistema operativo Android o Apple iOS che non rispettano questi requisiti.

WhatsApp termina il supporto a questi smartphone Android e Apple iOS

Sul sito ufficiale dell’applicazione di messaggistica istantanea più utilizzata al mondo, WhatsApp, è arrivata la conferma di una notizia che si vociferava già da un po’ di tempo.

WhatsApp è ufficiale la data: questi smartphone Android o Apple iOS non saranno più supportati

A partire dal 1 febbraio 2020 i dispositivi Android e Apple iOS più vecchi non potranno più utilizzare l’applicazione in questione.

Infatti a partire da questa data sarà possibile far funzionare l’app, o registrare un nuovo account solamente su dispositivi mobili che godono di questi requisiti minimi:

  • Android con OS 4.0.3 e versioni successive;
  • iPhone con iOS 9 e versioni successive.

Questo significa che tutti gli smartphone con sistema operativo fino ad Android Gingerbread 2.3.7, e Apple iOS 8.0 (o versioni precedenti) non saranno più supportate.

Ma la notizia evidenzia anche che il supporto a WhatsApp terminerà su qualsiasi versione del sistema operativo di Windows Phone dopo il 31 dicembre 2019.

Perché l’applicazione smette di supportare i dispositivi mobili con i sistemi operativi più datati?

Semplicemente perché, come evince lo stesso comunicato, gli sviluppatori “non programmano più attivamente per questi sistemi operativi, e quindi alcune funzionalità potrebbero smettere di funzionare in qualsiasi momento”.

In sostanza per mantenere e sviluppare un’applicazione ben funzionante, stabile e per migliorare l’esperienza d’uso generale dell’utente questi sono passi necessari.

C’è da dire comunque che le persone che utilizzano ancora dispositivi mobili con sistemi operativi Android e iOS così datati sono veramente poche, e che quindi non ci sarà un vero problema all’interno della comunità.

Se invece siete possessori di uno smartphone Windows Phone, in questo caso la situazione è diversa dato che il problema nasce direttamente da Microsoft che ha smesso di supportare il suo sistema operativo mobile.

Fonte: Notizia ufficiale

Lascia la tua opinione