Xiaomi annuncia Google Lens integrato nella camera: PocoPhone F1 e Redmi Note 7 i primi ad averla

Tommaso Lenci
22 Mar 2019

Xiaomi India ha annunciato che Google Lens sarà implementato nativamente nel software della camera: PocoPhone F1 e Redmi Note 7 saranno i primi ad averla.

Google Lens integrata nell'App camera Xiaomi

Buone notizie per tutti i fan Xiaomi che hanno acquistato di recente un dispositivo dell’azienda cinese.

Google Lens integrato nativamente nell’app camera di Xiaomi: PocoPhone F1, Redmi Note 7 i primi ad averla

Infatti proprio oggi la divisione indiana dell’azienda cinese ha affermato che sono iniziati i lavori di implementazione del software Google Lens direttamente nell’applicazione camera.

Questo significa che gli utenti invece di dover scaricare l’applicazione esterna Google Lens, se la troveranno già implementata nel software originale della camera e quindi potranno richiamarla facilmente attraverso un’opzione diretta.

Al momento sembra che Xiaomi stia lavorando ad alcune rom BETA destinate ad alcuni dispositivi in prova: i primi dispositivi compatibili sono i recenti Redmi Note 7, i PocoPhone F1 e i Redmi Y2 (Redmi S2 fuori dall’India).

Con queste Rom Beta Google Lens sarà richiamabile tramite il menù contestuale dell’applicazione camera che è nascosto dietro il menu sandwich nell’angolo in alto a destra dello schermo.

Per chi non lo sapesse ancora Google Lens è un software che tramite le immagini catturate dalla fotocamera sa riconoscere oggetti, luoghi, animali, libri, copertine di musica, punti di interesse e può fornire successivamente informazioni su quest’ultimi.

Integra anche funzioni di memorizzazione di appuntamenti sul calendario (inquadrate una data del calendario con la fotocamera e vi sarà aggiunta un attività), o vi permette di catturare informazioni attraverso un biglietto da visita e archiviarle.

Comunque bisognerà vedere quali saranno i tempi di aggiornamento per l’integrazione definitiva di Google Lens nell’applicazione camera degli smartphone Xiaomi compatibili, che sicuramente aumenteranno di numero nelle prossime settimane.

Fonte: Via

Lascia la tua opinione