Xiaomi Mi 10 Pro 5G autonomia batteria: la recensione con display a 60 o 90Hz

Tommaso Lenci
23 Apr 2020

Ecco come se la cava il nuovo top di gamma Xiaomi MI 10 Pro 5G nel test generale e specifico nell’autonomia della batteria con display impostato a 60 o 90Hz.

Xiaomi MI 10 Pro 5G autonomia batteria

Display più grande con frequenza di aggiornamento a 90Hz, chipset di ultima generazione con supporto alla connettività 5G, batteria più potente per lo Xiaomi Mi 10 Pro.

Cerchiamo di capire insieme come questo smartphone si comporta bene o male nel test sull’autonomia della batteria.

Xiaomi Mi 10 Pro 5G: ecco i risultati sulla durata della batteria in vari utilizzi

I principali fattori hardware e software che possono determinare l’autonomia

Per prima cosa vi ricordo che l’autonomia di uno smartphone dipende sostanzialmente dal chipset utilizzato (quanto è potente, quanto è ottimizzato per il risparmio energetico, che tipo di architettura usa), dal display (tecnologia, grandezza e risoluzione), ovviamente dalla potenza della batteria e infine dalle ottimizzazioni software (gestione delle applicazioni in background).

Lo Xiaomi Mi 10 Pro 5G monta un display Super Amoled da 6.67 pollici di diagonale con risoluzione nativa FHD+ 2340 x 1080 pixel (formato 19.5:9 e 386 PPI); supporta la frequenza di aggiornamento a 60 o 90Hz.

Troviamo poi il chipset Snapdragon 865 Octa-core (1×2.84 GHz Kryo 585 & 3×2.42 GHz Kryo 585 & 4×1.80 GHz Kryo 585) abbinato alla GPU Adreno 650.

La batteria ha una potenza di 4500 mAh e come sistema operativo è presente la versione Android 10 personalizzata con interfaccia MIUI 11.

I dati che saranno esposti qua sotto sono stati forniti direttamente dal sito GSMARENA, dati catturati analizzando il comportamento del dispositivo durante le chiamate telefoniche, la navigazione sul web e la riproduzione di video.

Autonomia chiamate telefoniche

Nel test specifico dedicato alle chiamate telefoniche (in questo caso il display a 60 o 90Hz non fa differenza), lo Xaomi Mi 10 Pro 5G permette all’utente di conversare per circa 26 ore e 19 minuti prima di spegnersi.

E’ un valore oggettivamente più che sufficiente per qualsiasi utente, anche se è da sottolineare che considerata la batteria da 4500 mAh ci aspettavamo almeno 30 ore di chiamate telefoniche.

Ci sono dispositivo che con batterie più piccole fanno anche 29-30 ore senza troppi problemi.

Sostanzialmente il test è passato ma con qualche riserva di ottimizzazione.

Navigazione sul web tramite Wifi: l’autonomia

Sicuramente con display sempre più grandi e con qualità visive sempre più ottimizzate, navigare sul web sui dispositivi mobili diventa una attività sempre più interessante.

In questo campo il top di gamma di Xiaomi si comporta bene con autonomie di tutto rispetto.

Impostando il display a 90Hz (quello di default sul telefono), lo smartphone vi permette di navigare su internet per circa 13 ore e 44 minuti prima di spegnersi.

Se invece impostate la frequenza di aggiornamento a 60Hz, potrete godere di un ulteriore ora d’autonomia, con circa 14 ore e 44 minuti di navigazione.

Possiamo considerate questi valori in termini assoluti buoni rispetto ad altri smartphone top di gamma, e in termini relativi (basati sulla potenza della batteria) più che adeguati.

In questo campo lo Xiaomi MI 10 Pro è promosso.

Riproduzione di video in alta definizione: la durata della batteria

Trasformare il proprio smartphone in un centro multimediale è un altra attività molto comune tra gli utenti, e per questo il Mi 10 Pro 5G offre un ottimo display e degli altoparlanti stereo di qualità superiore.

Nonostante la grandezza da ben 6.67 pollici, l’autonomia durante la riproduzione di video è più che buona.

Infatti lasciando l’impostazione del display di default a 90Hz, il Mi 10 Pro 5G garantisce circa 17 ore e 44 minuti di riproduzione video in alta definizione.

Se invece l’utente imposta la frequenza di aggiornamento ai classici 60Hz, si guadagnano circa due ore d’autonomia in più raggiungendo poco meno di 20 ore d’autonomia durante la riproduzione di video.

Autonomia con utilizzo medio-basso e intenso per lo Xiaomi Mi 10 Pro 5G

Chi acquista uno smartphone top di gamma di solito ha esigenze superiori rispetto a chi sceglie dispositivi decisamente più economici.

Sta di fatto che il MI 10 Pro 5G non dovrebbe deludere in termini di autonomia generale gli utenti con un utilizzo intenso.

Per prima cosa il telefono garantisce al 100% una durata giornaliera anche con utilizzo intenso, quindi non dovrete ricaricare lo smartphone durante la giornata.

Sulla carta il telefono con utilizzo intenso (attività miste compreso lo stand-by) dovrebbe garantire mediamente (ri-sottolineiamo che dipende dal tipo di attività che fate) fino a 30-33 ore d’autonomia complessiva se impostato con display a 90Hz.

Impostando il telefono con display a 60Hz potreste guadagnare altre 2-3 ore d’autonomia complessiva, raggiungendo di fatto un giorno e mezzo d’autonomia al massimo.

Invece gli utenti con uso basso-medio dello smartphone potrebbero arrivare a fare 2 giorni d’autonomia sicuri con display a 90Hz e qualche ora anche nel terzo giorno senza troppi problemi con display a 60-90Hz.

Ovviamente i dati sono influenzati dal tipo di attività giornaliera che fate: le chiamate telefoniche consumano di meno che navigare sul web.

C’è pure la ricarica rapida: ecco i tempi

Lo Xiaomi Mi 10 Pro 5G gode pure della ricarica rapida ad una velocità massima via cavo di 65W.

La batteria da 4500 mAh, utilizzando il caricabatteria da 65W che trovate nella confezione, si ricarica al 77% in circa 30 minuti mentre per una ricarica completa (da zero a cento) servono circa 50 minuti.

Conclusioni sull’autonomia dello Xiaomi Mi 10 Pro 5G.

Il nuovo top di gamma di Xiaomi non è certo economico, dato che servono 1000 euro di listino per portarselo a casa.

Ma in termini di autonomia generale il telefono garantisce risultati che soddisferanno sia gli utenti più esigenti (uso intenso) che quelli più moderati (uso medio-basso).

Il chipset Snapdragon 865 nonostante sia molto potente mantiene livelli di consumo piuttosto bassi, sopratutto nella riproduzione di video e altri contenuti multimediali.

Potete navigare per molte ore grazie ad un Display Oled ottimizzato per i consumi, ma che garantisce sempre una qualità visiva molto elevata.

Sembra poi che gli ingegneri informatici di Xiaomi abbiano ottimizzato bene il software Android 10 con la MIUI 11, dato che questo Mi 10 Pro 5G consuma poco in stand-by.

Un po’ sotto le aspettative il test dell’autonomia per le chiamate telefoniche: forse qua c’è ancora da lavorare in termini di ottimizzazioni hardware-software.

Ovviamente non è un battery-phone, ma non sfigura rispetto a quest’ultimi che possiedono batterie superiori ai 5000 mAh.

Lascia la tua opinione