Xiaomi Mi A2 Lite certificato: una versione economica del successore del Mi A1?

Tommaso Lenci
4 Giu 2018

Lo Xiaomi Mi A2 Lite, forse una versione economica del successore dello Xiaomi Mi A1, è stato certificato: al momento non ci sono particolari dettagli al riguardo.

Xiaomi Mi A2 Lite (rumors)

Molto spesso le prime vere notizie degli smartphone Xiaomi si hanno quando il sito di certificazione cinese TENAA o americana FCC inseriscono nei loro database il dispositivo.

Oggi abbiamo la notizia che il sito di certificazione Singapore’s Communications Authority ha inserito nel proprio database il modello seriale Xiaomi M1805D1SG, che secondo lo stesso sito prenderebbe il nome commerciale di Mi A2 Lite.

Xiaomi Mi A2 Lite è stato certificato: ma avrà un design e un hardware molto diverso dallo Xiaomi Mi 6X (MI A2)?

Le schede rivelano solo dettagli tecnici come bande e frequenze per le connessioni Wi-Fi e Bluetooth e nessun dettaglio dal punto di vista hardware come display, processore, memoria eccetera.

E’ possibile che Xiaomi stia lavorando ad una versione economica dell prossimo Xiaomi Mi A2, il successore dell’attuale Xiaomi Mi A1?

Alcuni esperti di mercati in precedenza avevano ipotizzato che questi smartphone serie M1805D1SG potessero fare parte della futura gamma Redmi 6 dell’azienda cinese (già certificata da TENAA in Cina ma senza il nome ufficiale del prodotto), ma oggi con la certificazione della Singapore’s Communications Authority le certezze sono del tutto svanite.

Infatti Xiaomi sembra che sia intenzionata a sorprendere tutti proponendo una altra serie parallela al Mi A2 con Android One, quindi senza interfaccia Miui, destinata ai mercati internazionali.

Bisognerà vedere quali saranno i limiti e i cambiamenti oggettivi della versione più economica dello Xiaomi Mi 6x (Mi A2) che sulla carta, ancora non si sa se questo accadrà, dovrebbe prendere il nome di Xiaomi Mi A2 Lite.

Il Mi A2 Lite infatti dovrebbe avere un design (display con la tacca) e un hardware diverso: staremo a vedere cosa ci riserva il futuro.

Lascia la tua opinione