Xiaomi Mi A2 Lite si aggiorna ad Android 10 (definitivo) in Italia: le novità

Tommaso Lenci
27 Mag 2020

Dopo alcuni problemi con il rilascio di Android 10 lo Xiaomi Mi A2 Lite a fine maggio 2020 riceve l’aggiornamento definitivo: ecco le novità.

Xiaomi Mi A2 Lite Android 10 Italia

Sembra che finalmente i problemi riscontrati con il primo tentativo di aggiornamento ad Android 10 dello Xiaomi Mi A2 Lite siano stati definitivamente risolti.

Xiaomi Mi A2 Lite si aggiorna (in maniera definitiva) ad Android 10 in Italia: i dettagli

Oggi infatti l’azienda cinese ha iniziato a rilasciare un nuovo aggiornamento firmware sia per gli utenti che avevano effettuato il primo aggiornamento ad Android 10 (poi interrotto), sia per quelli che lo devono installare da zero.

Chi aveva precedentemente aggiornato il Mi A2 Lite ad Android 10 riceverà una micro-patch di circa 13.75 megabyte che risolve tutti i problemi riscontrati nel software.

Gli altri, ovvero coloro che non avevano ancora aggiornato il telefono, riceveranno un aggiornamento firmware di circa 1.15GB che comprenderà il passaggio da Android Pie 9.0 ad Android 10.

Oltre al passaggio alla nuova versione software del sistema operativo mobile di Google, vengono installate pure le nuove patch di sicurezza rilasciate a maggio 2020.

Xiaomi nel change-log specifica inoltre che sono stati migliorati alcuni aspetti dell’interfaccia rispetto alla versione software precedente:

  • ripristinato il corretto volume audio durante la registrazione dei messaggi vocali con hotword “Ok, Google” attiva;
  • è ora nuovamente possibile cambiare suoneria dello smartphone scegliendo i file .mp3 salvati nella memoria;
  • gestione RAM migliorata.

L’aggiornamento, scaricabile tramite la classica modalità OTA, è in diffusione in Italia da poche ore quindi potrebbe volerci ancora un pò di tempo prima che tutti gli Xiaomi Mi A2 Lite si aggiornino.

Vi consigliamo quindi di tenere sotto controllo il centro aggiornamenti dello smartphone, che trovate in impostazioni-> aggiornamenti software.

Ricevuta la notifica prima di aggiornare consigliamo sempre di:

  • effettuare il backup dei dati più importanti salvati sullo smartphone;
  • iniziare la procedura di installazione solo se la batteria ha un autonomia residua pari o superiore al 50%.

Fonte: Via

Lascia la tua opinione