Xiaomi Mi Band 5 con sensore SpO2 e supporto ad Alexa?

Tommaso Lenci
22 Mag 2020

Il prossimo Xiaomi Mi Band 5 dovrebbe integrare il sensore Sp02 e il supporto all’assistente vocale Alexa di Amazon: altri dettagli da conoscere.

Xiaomi Mi band 5 con Alexa e Sp02

Sicuramente a causa dell’emergenza Covid 19, alcuni prodotti di Xiaomi hanno subito un ritardo rispetto ai tempi previsti.

Tra questi troviamo il nuovo indossabile Xiaomi Mi Band 5.

Xiaomi Mi Band 5 nuovi rumors: supporto all’assistente vocale Alexa e sensore Sp02

Sta di fatto che il nuovo smart-band dell’azienda cinese sembra ormai prossimo all’arrivo sul mercato, tanto che sono comparsi nuovi dettagli.

Secondo quanto è trapelato il Mi Band 5 integrerà il sensore SpO2, ovvero quel sensore che permette di misurare la saturazione di ossigeno presente nel sangue.

Oltre a questo pare che l’indossabile di Xiaomi permetterà di monitorare il ciclo mestruale.

Tra le novità rispetto alla precedente versione Mi band 4, pare che lo Xiaomi Mi Band 5 integrerà pure il supporto all’assistente vocale creato da Amazon: Alexa.

L’introduzione di Alexa permetterà anche ai clienti internazionali (Europa-Italia compresi) di poter utilizzare un assistente vocale sull’indossabile.

Basti pensare che il Mi Band 4 ha il suo assistente vocale ma funziona solo in lingua cinese (Xiao AI).

Ovviamente dato che il Mi Band 5 (come il Mi Band 4) non ha un altoparlante di sistema, l’assistente vocale risponderà solo tramite testo.

La versione internazionale del Mi Band 5 però forse non avrà il chipset NFC: quest’ultima è una caratteristica che come sul modello Mi Band 4 rimarrà a disposizione solo sul mercato cinese.

Va infine ricordato che il display della versione Band 5 sarà più grande, e dovrebbe passare dagli 0.98 pollici della versione Mi Band 4 ad 1.2 pollici di diagonale.

Il display sarà più grande perché gli ingegneri di Xiaomi hanno ottimizzato il design dell’indossabile riducendo anche i bordi.

Si pensa che la Mi Band 5 sarà presentata prima in Cina nel mese di giugno 2020, e poi arriverà sui mercati internazionali un paio di mesi dopo.

Fonte: Via

Lascia la tua opinione