Xiaomi Mi Note 10 Lite autonomia batteria: la recensione

Tommaso Lenci
19 Giu 2020

Testata l’autonomia generale e in specifici test della batteria utilizzata sullo Xiaomi Mi Note 10 Lite: ecco come si comporta!

Xiaomi Mi Note 10 Lite recensione autonomia batteria risultati

Nel panorama degli smartphone focalizzati sul comparto fotografico di recente è comparto sul mercato italiano lo Xiaomi MI Note 10 Lite, la versione più economica dell’originale Mi Note 10.

E’ un telefono che garantisce un autonomia interessante o presenta criticità per cui non è consigliabile? Vediamo di scoprirlo.

Xiaomi Mi Note 10 Lite: ecco i risultati sulla durata della batteria in vari utilizzi

I principali fattori hardware e software che possono determinare l’autonomia

Per prima cosa vi ricordo che l’autonomia di uno smartphone dipende sostanzialmente dal chipset utilizzato (quanto è potente, quanto è ottimizzato per il risparmio energetico, che tipo di architettura usa), dal display (tecnologia, grandezza e risoluzione), ovviamente dalla potenza della batteria e infine dalle ottimizzazioni software (gestione delle applicazioni in background).

Lo Xiaomi MI 10 Lite 5G monta un display OLED curvo con tecnologia HDR10+ e risoluzione nativa FHD+ 2340 x 1080 pixel (398 PPI), formato 19.5:9 e frequenza di aggiornamento a 60Hz;

Come chipset è stato implementato lo Snapdragon 730G, un Octa-Core (2×2.2 GHz Kryo 470 Gold & 6×1.8 GHz Kryo 470 Silver) con GPU Adreno 618.

La batteria ha una potenza pari a 5260 mAh con supporto alla ricarica rapida a 30W via cavo, e come sistema operativo è presente Android 10 con interfaccia MIUI 11.

I dati che saranno esposti qua sotto sono stati forniti direttamente dal sito GSMARENA, dati catturati analizzando il comportamento del dispositivo durante le chiamate telefoniche, la navigazione sul web e la riproduzione di video.

Autonomia chiamate telefoniche

Analizzando lo smartphone nel test specifico dedicato alle chiamate telefoniche, il Mi Note 10 Lite ottiene un ottimo risultato!

L’utente è infatti in grado di effettuare conversazioni telefoniche per un massimo di circa 36 ore e 31 minuti prima che lo smartphone si spenga e necessiti di una ricarica della batteria.

Di fatto nell’esperienza base, telefonate, la batteria da 5260 mAh garantisce un autonomia super adatta per tutte le esigenze.

Rispetto al modello originale Mi Note 10, c’è stato pure un miglioramento in termini d’autonoma di circa il 10% in questo test.

Navigazione sul web tramite Wifi: l’autonomia

La navigazione su internet rimane forse il punto meno forte in termini d’autonomia di questo dispositivo Xiaomi, anche se in termini assoluti 12 ore e 32 minuti di internet rimangono sempre un buon risultato generale.

Però considerata la potenza della batteria, oltre 5000 mAh, ci aspettavamo qualcosa di meglio.

Rispetto al modello originale, la differenza autonomia è praticamente quasi inesistente: giusto una decina di minuti di navigazione in più.

Riproduzione di video in alta definizione: la durata della batteria

Sfruttare l’ampio display da oltre 6 pollici e mezzo dello Xiaomi Mi Note 10 Lite per la riproduzione di video sarà una delle principali motivazioni che vi convinceranno ad acquistarlo.

Oltra alla qualità visiva interessante, lo smartphone vi permette di riprodurre filmati per ben 21 ore e 19 minuti consecutivamente.

Il risultato è sicuramente più che buono grazie alla potenza della batteria e all’ottimizzazione dei display OLED che in questo campo sbaragliano la concorrenza dei comuni LCD IPS.

Rispetto al modello originale c’è un peggioramento delle prestazioni: si perde circa 1 ora di riproduzione video.

Autonomia con utilizzo medio-basso e intenso per lo Xiaomi Mi 10 Note Lite

Il nuovo Mi Note 10 Lite grazie alle ottimizzazioni software di Android 10 e degli ingegneri informatici di Xiaomi migliora sensibilmente l’autonomia generale rispetto al Mi Note 10 con Android Pie 9.0 al momento del suo debutto.

Sicuramente questo è dovuto al controllo del consumo energetico dello smartphone quando non esegue compiti complessi o si trova in stand-by.

Va sottolineato che l’utente con utilizzo intenso coprirà sicuramente al 100% l’intera giornata solare, quindi almeno per le prime 24 ore non sarà obbligato a ricaricare lo smartphone.

Sulla carta il telefono con utilizzo intenso (attività miste compreso lo stand-by) dovrebbe garantire mediamente (ri-sottolineiamo che dipende dal tipo di attività che fate) fino a 39 ore d’autonomia complessiva.

Parliamo quindi di un massimo teorico di una giornata e mezzo.

Chi invece utilizza lo smartphone senza troppo impegno (utilizzo medio-basso), potrebbe ottenere un autonomia generale che dovrebbe garantire fino a due giorni e mezzo di attività.

Ovviamente i dati sono influenzati dal tipo di attività giornaliera che fate: le chiamate telefoniche consumano molto di meno rispetto alla navigazione sul web.

C’è pure la ricarica rapida: ecco i tempi

Come già detto lo Xiaomi Mi Note 10 Lite implementa una tecnologia di ricarica rapida via cavo ad una velocità massima di 30W.

Tale tecnologia permette di ricaricare la batteria da zero a cento in circa un ora e 14 minuti, un tempo più che accettabile considerata la potenza di 5260 mAh.

Se volete effettuare una ricarica con poco tempo a disposizione, in circa 30 minuti la batteria viene ricaricata al 53%: questo dovrebbe essere più che sufficiente per coprire un intera giornata di utilizzo medio.

Conclusioni sull’autonomia dello Xiaomi Mi Note 10 Lite.

Xiaomi rispetto al modello originale ha migliorato di fatto l’autonomia generale di questo dispositivo di circa un 10-15%, anche se in alcuni test specifici come nella riproduzione video la situazione del Note 10 Lite è leggermente peggiorata.

In termini di autonomia il telefono si adatta bene sia per l’utente con utilizzo intenso che per quello con utilizzo medio-basso: entrambi non avranno preoccupazioni durante la giornata.

E’ uno smartphone altamente consigliato per chi telefona molto, e utilizza il dispositivo come centro multimediale.

La ricarica rapida non è tra le più veloci in assoluto, ma comunque considerata la fascia di prezzo del dispositivo se la cava più che egregiamente.

Di fatto lo Xiaomi MI Note 10 Lite può considerarsi un buon battery-phone, che strizza l’occhio alla multimedialità.

Lascia la tua opinione