Xiaomi Poco F2 Pro recensione autonomia batteria: 4700 mAh di goduria?

Tommaso Lenci
22 Giu 2020

Andiamo ad analizzare l’autonomia generale e in specifici test della batteria del nuovo Xiaomi Poco F2 Pro che per molti dovrebbe essere il nuovo flagship killer.

Xiaomi Poco F2 Pro Autonomia Batteria recensione

Uscito in Italia da qualche settimane, dello Xiaomi Poco F2 Pro se ne è parlato veramente molto considerato il suo rapporto qualità-prezzo piuttosto interessante.

Oggi analizziamo se questo flagship killer ottiene ottimi risultati anche nel test dell’autonomia generale.

Xiaomi Poco F2 Pro: ecco i risultati sulla durata della batteria in vari utilizzi

I principali fattori hardware e software che possono determinare l’autonomia

Per prima cosa vi ricordo che l’autonomia di uno smartphone dipende sostanzialmente dal chipset utilizzato (quanto è potente, quanto è ottimizzato per il risparmio energetico, che tipo di architettura usa), dal display (tecnologia, grandezza e risoluzione), ovviamente dalla potenza della batteria e infine dalle ottimizzazioni software (gestione delle applicazioni in background).

Il Poco F2 Pro si presenta con un display Super Amoled da 6.67 pollici di diagonale, risoluzione nativa FHD+ 2400 x 1080 pixel (395 PPI), formato 20:9, supporto all’HDR10+ e frequenza di aggiornamento a 60Hz.

Al suo interno viene montato il potente chipset Snapdragon 865 con processo a 7nm+, un Octa-Core (1×2.84 GHz Kryo 585 & 3×2.42 GHz Kryo 585 & 4×1.8 GHz Kryo 585) con GPU Adreno 650.

La batteria utilizzata su questo smartphone ha una capacità di 4700 mAh con supporto alla ricarica rapida via cavo a 33W e come sistema operativo troviamo Android 10 personalizzato con la MIUI 11.

I dati che saranno esposti qua sotto sono stati forniti direttamente dal sito GSMARENA, dati catturati analizzando il comportamento del dispositivo durante le chiamate telefoniche, la navigazione sul web e la riproduzione di video.

Autonomia chiamate telefoniche

Nel test specifico dedicato all’autonomia durante le chiamate telefoniche, il Poco F2 Pro si comporta decisamente bene.

Il telefono infatti garantisce all’utente un massimo di 36 ore e 26 minuti di conversazione prima che il telefono esaurisca completamente la batteria e necessiti una ricarica.

E’ un valore assoluto sicuramente elevato, e in termini relativi più che ottimo: sono autonomia di fatto tra le più alte che potete trovare ne contesto dei più recenti smartphone commercializzati.

C’è da dire però che il Poco F2 Pro non batte il Redmi Note 9S che in questo campo sembra essere imbattibile con le sue 46 ore di conversazione telefonica.

Navigazione sul web tramite Wifi: l’autonomia

Il test sulla navigazione web offre un buon risultato generale, ma niente di particolarmente eccezionale.

Infatti nel test lo smartphone è riuscito a garantire circa 16 ore e 45 minuti di internet prima di spegnersi, un valore più che adeguato per le esigenze di molti.

I display OLED ribadiamo non sono ancora del tutto ottimizzati nel consumo energetico quando navighiamo sul web, semplicemente perché i siti web utilizzano molto spesso sfondi bianchi.

Per migliorare questo valore dovreste utilizzare sempre la modalità scura a livello di sistema operativo che in parte dovrebbe essere visibile anche sui siti web.

Comunque considerata la potenza della batteria e la grandezza/risoluzione dello schermo secondo noi non c’è da lamentarsi, e il telefono si comporta bene.

Riproduzione di video in alta definizione: la durata della batteria

Ebbene se utilizzate il vostro Xiaomi Poco F2 Pro come centro multimediale, avete fatto una scelta veramente azzeccata.

Tralasciando la qualità visiva, più che buona con il supporto allo standard HDR10+, i display OLED e il processore Snapdragon 865 in questo campo garantiscono prestazioni in termini di autonomia eccezionali.

Infatti lo smartphone è in grado di riprodurre video in alta definizione per una durata massima di ben 25 ore e 16 minuti, uno dei valori più elevati riscontrati con i dispositivi più recenti.

Quando volete ottenere ottimi risultati per la visione duratura di contenuti multimediali cercate sempre di acquistare dispositivi con questi due fattori hardware.

Ma c’è da dire che su questo Poco F2 Pro il lavoro di ottimizzazione sembra essere riuscito meglio che in altri prodotti con batterie simili e display con tecnologia OLED.

Autonomia con utilizzo medio-basso e intenso per il Poco F2 Pro

Se siete utenti che fanno dello smartphone un utilizzo inteso, questo Poco F2 Pro potrebbe fare al caso vostro.

Infatti lo smartphone garantisce almeno un giorno di autonomia complessiva, e in realtà a seconda del tipo di utilizzo che fate può arrivare a garantire una autonomia media con utilizzo intenso vicina alle 40 ore.

Ovviamente ribadiamo questo valore si ottene facendo dello smartphone un utilizzo generale (compreso i tempi di stand-by), e quindi può variare anche sensibilmente se lo utilizzate solo per carichi pesanti durante la giornata.

Gli utenti che invece utilizzano il dispositivo in maniera medio-bassa, quindi la maggior-parte di noi, otterranno un’autonomia generale piuttosto elevata: siamo sui due giorni e mezzo.

Ovviamente anche in questo caso i valori possono variare a seconda dell’utilizzo, ma difficilmente un utente con utilizzo medio-basso non arriverà a due giorni pieni d’autonomia.

Informazioni e dettagli sulla ricarica rapida.

Questo Xiaomi Poco F2 Pro gode pure del supporto alla ricarica rapida con una velocità massima via cavo pari a 33W.

Grazie a questa potenza la batteria interna da 4700 mAh si ricarica del 60% in appena 30 minuti, mentre la ricarica completa da zero a cento impiega circa 65 minuti.

Il telefono offre quindi un ottima ricarica rapida, anche se non la più veloce sul mercato, che dovrebbe soddisfare le esigenze della maggior-parte degli utenti.

Conclusioni sull’autonomia dello Xiaomi Poco F2 Pro

Di fatto se cercate uno smartphone veloce (chipset Snapdragon 865), dal display con qualità visiva più che buona (OLED + HDR10+) e un autonomia molto buona, questo Poco F2 Pro fa per voi.

Dai test sull’autonomia non c’è una vera e propria criticità sullo smartphone, considerato che in stand-by, nei test specifici e nell’autonomia generale il telefono si comporta sempre bene o molto bene.

Di fatto al momento questo dispositivo è uno dei pochi che offre il chipset Snapdragon 865 e un autonomia molto buona.

Infatti per ottenere valori simili d’autonomia dovreste passare a dispositivi di fascia media con chipset meno potenti e spesso con batterie più grosse.

Il Poco F2 Pro assolve molto bene i suo doveri da Battery-phone, e quindi per noi è promosso a pieni voti.

Lascia la tua opinione