Xiaomi: stop alle MIUI Global sui dispositivi destinati solo al mercato Cinese

Tommaso Lenci
17 Set 2018

Xiaomi cambia la propria politica nei confronti dei dispositivi destinati solo al mercato Cinese (rom originale china-inglese) e degli utenti che vi installano le rom MIUI Global ufficiali.

Xiaomi MIUI GLobal: stop ai dispositivi destinati alla CINA

Xiaomi come sappiamo sta facendo importanti passi in avanti per diffondere a livello internazionale i suoi prodotti, e dal 2018 è entrata ufficialmente in vari mercati europei compresa l’Italia.

Prima dell’arrivo dell’azienda cinese in Italia, i consumatori del nostro paese per avere uno smartphone della gamma MI o Redmi dovevano gioco forza acquistarlo da rivenditori terzi.

La comunità europea poi ha fatto tutto il resto: infatti sono arrivate mano mano tante rom che permettevano agli utenti consapevoli (esperti in flashing rom) di poter sfruttare le ROM MIUI con supporto multi-lingua.

Xiaomi cambia politica: stop alle rom MIUI Global ufficiali su dispositivi destinati solo al mercato CINA

Oggi però la situazione è cambiata, dato che Xiaomi ormai si presenta ufficialmente in vari paesi Europei ha modificato la propria politica interna nei confronti di quest’ultimi dispositivi destinati solo al mercato cinese.

Infatti tutti gli utenti che hanno acquistato uno smartphone Xiaomi destinato alla Cina e vi hanno installato una rom MIUI Global potrebbero incappare in un’amara sorpresa: il blocco (Brick) del dispositivo.

Facciamo chiarezza, dato che la situazione potrebbe mettere in allarme qualche utente.

Come verificare se il vostro smartphone o tablet Xiaomi è cinese o internazionale

Per prima cosa ribadiamo il cambiamento di politica riguarda solo i dispositivi Xiaomi destinati alla CINA: potete verificare se il vostro smartphone-tablet sia internazionale inserendo IMEI o S/N tramite questo LINK.

Se avete acquistato uno smartphone-tablet Xiaomi, altri indizi per capire se il vostro dispositivo è effettivamente destinato ai mercati internazionali sono quelli di controllare se arriva nella scatola con caricabatteria con presa EU, che sulla scatola ci sia il marchio CE e la scritta Versione Globale (Global version).

Questi dispositivi sono pienamente supportati da Xiaomi con la rom Globale, quindi non ci saranno problemi di sorta ad aggiornarli tramite modalità OTA.

Il vostro dispositivo Xiaomi è destinato ufficialmente solo al mercato cinese: ecco le varie situazioni e come comportarsi

Se invece il vostro dispositivo Xiaomi ha IMEI o S/N destinato solo per la CINA allora ci sono varie situazioni da considerare.

La prima è se il vostro device cinese ha bootloader sbloccato e MIUI Global: in questo caso non dovrete più bloccare il Bootloader o avrete il brick del dispositivo.

La seconda situazione è device cinese con bootloader bloccato e MIUI Global: in questo caso non dovete effettuare più aggiornamenti tramite OTA o avrete il brick del telefono-tablet.

La terza e ultima situazione è avere un device cinese con bootloader bloccato e MIUI CINA: se volete installare la MIUI Globale dovrete richiedere lo sblocco del bootloader tramite questo LINK ufficiale.

Lo sblocco del bootloader non avviene immediatamente: l’azienda cinese infatti vi darà un tempo di attesa che può variare da diverse ore fino a diversi giorni a seconda del modello.

Infine se non volete avere più problemi con il vostro device destinato al mercato Cinese, potete installare una rom custom non ufficiale dai forum della comunità miui.it, xiaomi.eu, o lineageOS.

Lascia la tua opinione