Youtube e Netflix diminuiranno la qualità dei video a causa del CoronaVirus

Tommaso Lenci
20 Mar 2020

I servizi di video on streaming Youtube e Netflix hanno annunciato che limiteranno la qualità dei video in Europa nei prossimi 30 giorni a causa del CoronaVirus.

Netflix e Youtube emergenza CoronaVirus

L’emergenza CoronaVirus in Europa sta avendo ripercussioni su due importanti piattaforme di intrattenimento e video on streaming come Netflix e Youtube.

Youtube e Netflix accogliono le richieste dell’Europa: la qualità dei video diminuirà per tutelare internet durante la crisi del CoronaVirus

Infatti le autorità di molti paesi Europei ormai incentivano/costringono le persone a rimanere a casa per evitare il contagio e la diffusione del Coronavirus, e per questo l’intrattenimento casalingo è all’apice.

Considerato che internet è una delle forme più utilizzate per l’intrattenimento in casa è logico che gli utenti stiano più tempo a guardare filmati on demand su piattaforme come Netflix o visionare video su Youtube.

La mole senza precedenza di richieste da parte degli utenti sta al momento causando un sovra-sfruttamento delle capacità hardware (servers) e di capacità di gestione di consumo elettrico in Europa.

Entrambe le società hanno così deciso di accettare le richieste del commissario Europeo per il mercato interno Thierry Breton, che per mantenere un servizio adeguato per tutti i cittadini europei ha chiesto di fatto la riduzione della banda dei video.

I cambiamenti sono stati già esposti al commissario europeo per il mercato interno Thierry Breton, che si è detto felice dell’azione rapida da parte delle due società per mantenere internet funzionante durante la crisi del CoronaVirus.

Secondo quando afferma il comunicato Netflix ridurrà la banda dei video di circa un 25%, un calo che manterrà la qualità del servizio ancora di buon livello per gli utenti.

Youtube ha affermato di aver avuto in alcuni orari dei picchi molto importanti di banda, ma a deciso di agire preventivamente diminuendo la banda dei video impostandoli di default nella qualità “standard” quando si verificano questi picchi di richiesta.

In conclusione se nei prossimi 30 giorni noterete un calo di qualità nei servizi Netflix o Youtube e non avete problemi alla connessione internet di casa, questa è la spiegazione.

Fonte: Notizia Youtube e Notizia Netflix 

Lascia la tua opinione