Samsung Galaxy Z Fold 5 aggiornamento ONE UI 6.1 iniziato

Tommaso Lenci
29 Mar 2024

Samsung ha iniziato a rilasciare l’aggiornamento ONE UI 6.1 anche per il Galaxy Z Fold 5: ecco i dettagli che dovete conoscere al momento.

Samsung Galaxy Z Fold 5 aggiornamento ONE UI 6.1 con GALAXY AI

Dopo il rilascio dell’aggiornamento per i Galaxy S23 e per i Galaxy Z Flip 5, anche i pieghevoli Galaxy Z Fold 5 (al momento negli USA) si stanno aggiornando alla versione software ONE UI 6.1.

Ecco quello che sappiamo al momento.

Samsung Galaxy Z Fold 5: è iniziato l’aggiornamento ONE UI 6.1 con GALAXY AI

Per adesso i primi feedback affermano che solo l’operatore telefonico americano Verizon ha iniziato a rilasciare l’aggiornamento ONE UI 6.1 basato su Android 14 tramite la classica modalità OTA (over the air).

Questo significa che potrebbero voleri ancora alcuni giorni prima che l’aggiornamento si diffonda anche in Europa e quindi pure in Italia.

Il firmware dedicato agli utenti Verizon ha un peso di circa 3GB, e non comprenderebbe nessuna nuova patch che rimane ancorata a quella del mese di marzo 2024.

Il firmware, come vi abbiamo già accennato, installa la nuova interfaccia ONE UI 6.1 che apporta anche le funzionalità GALAXY AI basate sull’intelligenza artificiale.

Se volete conoscere le novità comprensive della GALAXY AI, questo è quello che contiene il change-log ufficiale della ONE UI 6.1 in dettaglio (piuttosto lunga da leggere, fatevi coraggio!)

Quindi se per il momento non avete ricevuto ancora la notifica di aggiornamento, vi consigliamo di controllare manualmente nei prossimi giorni nella sezione impostazioni->info telefono->aggiornamenti.

Quando riceverete la notifica, considerato che si tratta di un grosso aggiornamento da parte si Samsung, vi consigliamo di:

  1. Effettuare un backup completo, o comunque dei dati più importanti, del vostro Galaxy Z Fold 5.
  2. Vi consigliamo di liberare spazio nella memoria interna se necessario (ci devono essere liberi almeno 5-6GB)
  3. Prima di scaricare e installare il nuovo firmware è bene controllare che la batteria abbia un’autonomia residua pari o superiore al 50%.

Considerata la mole di novità dopo aver effettuato il backup completo dei dati sullo smartphone, anche un reset di fabbrica potrebbe migliorare l’esperienza d’uso fin dal giorno zero dell’aggiornamento.

Ovviamente quest’ultimo consiglio è opzionale: se lo smartphone vi sembra reattivo come sempre non è necessario il reset.

SEGUIMI SU FLIPBOARDFlipboard, su GOOGLE NEWS per le notizie, invece  Su Telegram per le Offerte e i Coupon

Lascia la tua opinione