Nuova Gamma Xiaomi Civi in arrivo in Cina: i primi teaser pubblicitari

Tommaso Lenci
23 Set 2021

Svelata in alcuni teaser pubblicitari (immagini e video) la nuova Gamma Xiaomi Civi che debutterà tra pochi giorni in Cina: ecco i dettagli conosciuti al momento.

Xiaomi Civi Design top

Abbiamo ormai le prime conferme che Xiaomi cancellerà la gamma CC che verrà sostituita dalla nuova Gamma Civi in Cina.

Xiami Civi in arrivo a fine settembre 2021: ecco i primi dettagli

Secondo recenti informazioni la nuova Gamma Vivi verrà ufficializzata dall’azienda cinese in data 27 settembre 2021.

Da quello che possiamo vedere dai primi teaser pubblicitari (video e foto), la gamma Xiaomi Civi punterà molto sul design e su un pubblico “giovane”.

I più attenti potranno notare che i dispositivi assomigliano molto ai nuovi Vivo X60 Pro, soprattutto lato design sul posizionamento del modulo fotografico sulla scocca posteriore e per il display un pò curvo ai bordi.

Lato fotocamera anteriore troviamo sempre il sensore nel forellino in alto al centro del display.

Il primo Xiaomi Civi dovrebbe avere dimensioni piuttosto contenute, con larghezza 71,5 mm, spessore di  6,98 mm e un peso di 166 grammi.

Il telefono supporterà l’audio  Dolby Atmos e una porta USB-C che di fatto sostituirà il jack da 3.5mm per l’audio dalle cuffie.

La porta usb Type c è affiancata dalle linee per l’antenna, questo suggerisce che i materiali della scocca dovrebbero essere premium, ovvero metallo.

Altri dettagli diffusi dall’informatore Digital Chat Station, affermano che lo Xioami Civi avrà:

  • Display Super Amoled da 6.55 pollici di diagonale con risoluzione nativa FHD+ e frequenza di aggiornamento a 120Hz;
  • Processore Snapdragon 778G;
  • Fotocamera principale da 64MP;
  • Fotocamera selfie da 32MP;
  • Batteria interna da 4500 mAh con supporto alla ricarica rapida a 55W
  • Fino a 256GB di memoria interna;
  • Android 11 con interfaccia MIUI 12.5.

Come già accennato ad inizio post, gli Xiaomi Civi saranno venduti in Cina ma non è detto che in futuro l’azienda cinese li possa commercializzare anche in altri paesi utilizzando il suoi marchi Poco o Redmi.

Lascia la tua opinione