Smartphone sempre più cari: prezzi +10% nel secondo trimestre 2020

Tommaso Lenci
26 Set 2020

Secondo una recente analisi di mercato di Counterpoint il prezzo medio degli smartphone a livello internazionale è salito del 10% nel secondo trimestre 2020.

Prezzi smartphone in aumento nel secondo trimestre 2020

L’azienda di analisi di mercato Counterpoint Research ha rilasciato oggi un interessante documento che ci fa capire come il prezzo medi degli smartphone (Android e iOS) sia cambiato nei vari continenti.

I mercati più importanti sono ovviamente quelli del Nord America, America Latina, Europa, Africa e Medio Oriente, Pacifico Asiato e Cina.

Una recente analisi di mercato svela che il prezzo degli smartphone nel Q2 2020 è aumentato del 10% a livello globale: i dettagli

Da quello che possiamo vedere in quasi tutti questi mercati il prezzo di vendita degli smartphone (Android e iOS) è salito nel secondo trimestre 2020 (rispetto al Q2 2019), e il rincaro medio è del 10%.

L’unico mercato dove i prezzi medi sono scesi è quello dell’America Latina (-5%) con un costo medio per smartphone di 166 dollari.

I mercati con l’aumento più evidente sono la Cina (+13%) dove adesso i dispositivi mobili costano mediamente 310 dollari, e il continente Pacifico Asiaco (+11%) con un prezzo medio di 243 dollari.

In aumento abbastanza consistente pure il prezzo medio degli smartphone in Nord America (+7%), nel quale gli smartphone costano mediamente 471 dollari.

A seguire troviamo l’Africa e il Medio Oriente con un aumento percentuale del 3% rispetto al Q2 2019, e in questo caso gli smartphone hanno un prezzo medio di 164 dollari (il più basso in assoluto).

Nel nostro continente il prezzo degli smartphone è rimasto pressoché stabile rispetto al Q2 2019.

In Europa infatti il prezzo medio degli smartphone è cresciuto di solo un punto percentuale, assestandosi ad un costo medio di 291 dollari.

Secondo l’analisi di mercato il prezzo medio degli smartphone a livello mondiale è cresciuto, nonostante il calo di vendite generale, semplicemente perché gli smartphone top di gamma hanno mantenuto le proprie quote di mercato rispetto a quelli di fascia bassa.

Infatti nonostante nel mondo ci sia stato un calo di vendite del 23% nel Q2 2020 rispetto al Q2 2019, gli smartphone top di gamma hanno venduto solo l’8% in meno.

Fonte: Notizia ufficiale

Lascia la tua opinione