Exynos 8890 il chip di Galaxy S7 è ufficiale: i dettagli

Tommaso Lenci
12 Nov 2015

Samsung ha ufficialmente svelato i dettagli più tecnici dell’architettura del suo nuovo chipset Exynos 8890, quello che sarà utilizzato anche su Galaxy S7.

Exynos 8890

Il prossimo chipset destinato ai dispositivi top di gamma del 2016 di Samsung (almeno nei primi mesi del prossimo anno) è ufficiale: Exynos 8 Octa 8890 è stato infatti ufficializzato dall’azienda coreana durante un evento presieduto a Seoul.

Il chipset prodotto con processo produttivo a 14nm (lo stesso dei Exynos 7420) incorpora al suo interno una novità: è il primo chipset personalizzato da Samsung dato che i suoi core non utilizzano l’architettura standard fornita da ARM.

Samsung Exynos 8890 i dettagli svelati

Exynos 8890 (lo chiamiamo così per semplificazione) ha una struttura big.LITTLE composta da 4 + 4 core come Exynos 7420 ma i primi quattro core sono 4 CPU Mongoose a 64 bit ArmV8 (destinati alle prestazioni) e gli ultimi quattro core sono invece classici Cortex A53 dedicati al risparmio energetico.

La nuova architettura secondo quanto dichiarato dalla stessa Samsung permetterebbe di ottenere prestazioni mediamente più elevate del 30% (grazie anche alla tecnologia SCI (Samsung Coherent Interconnect) e un calo del consumo energetico del 10%: non sappiamo se questo si tramuterà realmente in un aumento del 10% della durata della batteria di uno smartphone o tablet che utilizzi questo chipset.

Altra importante novità del chipset Exynos 8890 è la presenza di un modem integrato che supporta LTE Cat 12/13, il che significa che è capace di raggiungere velocità massime teoriche di 600mbps in download.

Ai 4 core Mongoose e ai quattro core Cortex A53 nel chip viene affiancata la GPU Mali T880MP12 ovvero funzionante con 12 core grafici, che sulla carta dovrebbe fornire prestazioni molto più elevate rispetto alla precedente Mali T760MP8 utilizzata sull’Exynos 7420.

gsmarena_003

Il nuovo chipset supporta pure i display con risoluzione native Ultra HD 4K, questo significa che in un futuro non particolarmente remoto anche Samsung potrebbe introdurre nel proprio listino prodotti smartphone con display 4K.

Exynos 8890 si contrapporrà ufficialmente nei primi mesi del 2016 allo Snapdragon 820 di Qualcomm e al Kirin 950 di Huawei, dato che anche quest’ultimi chipset sono destinati ai dispositivi di fascia top di gamma del prossimo anno.

Lascia la tua opinione